Venaus: dal Lago Arpone al bivacco Piero Vacca

pesca

VENAUS – Venaus: dal Lago Arpone al al bivacco Piero Vacca.

LAGO DELL’ARPONE

Gita sulle montagne di Venaus. Il lago Arpone è posto in una ridente località alpina situata a 1821 metri di quota, incastonata ai piedi del ghiacciaio di Bard, dirimpettaia alla vetta del Rocciamelone. Geograficamente confina con la Francia. Il lago fino agli anni 50 era un invaso artificiale produttivo di proprietà Enel, che alimentava le centrali di Saluroglio e Novalesa. L’invaso veniva alimentato trasversalmente dall’acqua delle cascate del ghiacciaio tramite un canale interrato e dai sorgivi esistenti. Dichiarato improduttivo per la scarsità di energia prodotta, veniva abbandonato e privato dell’alimentazione primaria. Nel 1979 l’associazione, tramite contratto con Enel, lo trasformò in lago per pesca sportiva, apportandone nel tempo le dovute migliorie passando dai 52 iscritti iniziali agli attuali 220 soci.

LA PESCA

La pesca a mosca. La preparazione, lo studio degli ambienti e degli insetti dove si intende pescare, l’esercizio fatto in palestra piuttosto che sul prato o mentre si pesca, lo studio al morsetto per creare un artificiale adeguato o comunque seguendo le ricette dei predecessori. Tutte queste cose riversate in una frazione di secondo, un attimo atteso e preparato con coscienza che nell’insieme supera la sola cattura. Questo è la pesca a mosca. Quando il semplice fatto di ottenere una cattura non è solo un pesce in più nel carniere, cosa che per altro può avvenire dato che in fin dei conti la pesca è nata per nutrirsi, la cattura non è il termine ultimo. Si tratta di una tecnica molto antica, di cui abbiamo conoscenza “ante domini”, in particolare in Grecia.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.