Una serie di docufilm sulla Sindone, quattro puntate in web

sindone

TORINO – Una serie di docufilm sulla Sindone, quattro puntate in web (Diocesi Torino).

QUATTRO DOCUFILM SULLA SINDONE

L’avventura della Sindone continua a interrogare i mondi della scienza e della fede. Al Telo custodito nella Cattedrale di Torino è dedicato il progetto crossmediale presentato il 17 febbraio al Polo Teologico torinese, in via XX Settembre 83. Il Custode pontificio della Sindone, l’arcivescovo di Torino mons. Roberto Repole, ha  illustrato l’iniziativa, collegando il progetto alle esperienze di fede, ricercascientifica, devozione che da secoli coinvolgono la storia del Telo.

Il progetto consiste in una serie di 4 puntate, ognuna della durata di 9 minuti. Le puntate  e i podcast sono stati prodotti da Officina della Comunicazione, società di produzione specializzata nella realizzazione di documentari culturali e religiosi, in collaborazione  con l’associazione culturale Officina e Territorio e con la diocesi di Torino e sono state sostenute dalla Fondazione CRT. La regia del lavoro è stata affidata a Omar Pesenti.  Le puntate saranno  disponibili su diverse piattaforme oltre che alcuni canali televisivi e sui siti della diocesi di Torino e del quotidiano «La stampa». Affiancati alle clip video 4 podcastche ripercorrono le stesse tematiche delle clip ma con il linguaggio del podcast, discorsivo, evocativo e assolutamente attuale. Vativision è la piattaforma OTT che collaborerà alla distribuzione dei prodotti.

IL TELO SACRO

«Credo che gli scienziati abbiano provato un forte interesse nei confronti della Sindone – ha detto fra l’altro – mons. Repole – precisamente perché da duemila anni c’è nel mondo il racconto di Gesù Cristo. Se non ci fosse stato questo racconto, se non ci fosse stata la testimonianza dei primi discepoli e della Chiesa vivente di Cristo morto e risorto penso che la stessa scienza non avrebbe avuto così grande interesse ad occuparsi di un telo come quello sindonico».

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.