Un nuovo polo scolastico per Caprie: una continuità tra i due ordini scolastici Le scuole al centro di un civic center

CAPRIE – Un nuovo polo scolastico per Caprie: il progetto è pronto. Il complesso scolastico delineato nel progetto si articola su due piani fuori terra per la scuola primaria. Mentre la scuola d’infanzia si svilupperà esclusivamente al piano terra. Non sono previsti piani seminterrati o interrati abitabili. Il Comune di Caprie ha affidato ad un’archeologa l’incarico di redigere una relazione sulla verifica preventiva dell’interesse archeologico dell’area interessata dai lavori. Poi trasmetterla alla Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Torino, per la valutazione del rischio archeologico. La Soprintendenza ha richiesto e successivamente approvato un piano dei sondaggi per gli approfondimenti da effettuare in loco.

I SONDAGGI

A fine giugno del 2020 sono iniziati gli scavi finalizzati ai sondaggi. Sono stati rinvenuti resti di muri, di cui uno verosimilmente appartenente alla chiesa medioevale di Caprie. Mentre altri tre, antecedenti, potrebbero far parte della linea di fortificazione delle Chiuse, che collegava i monti Caprasio e Pirchiriano. I rinvenimenti archeologici non interferiscono con la posizione del fabbricato. A conclusione dei sondaggi, la Soprintendenza ha comunque prescritto che, nel corso delle successive fasi progettuali, l’indagine archeologica dovrà esser estesa a tutta l’area interessata dai rinvenimenti. Per chiarire l’estensione, lo stato di conservazione e la natura delle strutture rinvenute, nonché di eventuali depositi stratigrafici ancora conservati. Collegata a queste prescrizioni è quindi la scelta di spostare a sud il parcheggio interno all’area scolastica, per non interferire con le attività archeologiche.

LE ESIGENZE DI UNA COMUNITÀ SCOLASTICA E LE SOLUZIONI TECNICHE CONSEGUENTI

Per la stesura del progetto di fattibilità tecnica ed economica sono state prese in considerazione le principali esigenze e gli obiettivi indicati dall’amministrazione comunale. Il nuovo complesso deve prevedere una continuità tra i due ordini scolastici, con la possibilità di condividere spazi comuni. Il progetto ha dunque tenuto in considerazione le sinergie e i risparmi anche di carattere logistico, ma anche i vantaggi per le famiglie che derivano dalla vicinanza delle due scuole. Il Comune ha indicato l’obiettivo di assicurare ai due ordini di scuola spazi sicuri, adeguati alle normative, flessibili e adatti alle attuali esigenze didattiche.

L’obiettivo di progettare un edificio scolastico sostenibile dal punto di vista ambientale è stato perseguito puntando sull’efficienza energetica, l’impiego di materiali naturali e di energie rinnovabili, la realizzazione di ambienti il più possibile confortevoli. Si sono quindi valutati la posizione degli edifici, il soleggiamento, l’esposizione, l’acustica, l’illuminazione naturale e/o artificiale, il comfort termico e il risparmio energetico.

LA PROPOSTA

La proposta progettuale sviluppa alcuni presupposti: l’individuazione di ambiti con funzioni specifiche, la versatilità e condivisione di luoghi e ambienti, la previsione di spazi a misura di studente, una serie di scelte architettoniche bio-climatiche, la ricerca dell’efficienza energetica, l’accessibilità alle persone diversamente abili, il comfort e la sicurezza degli ambienti.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.