Tutti con Martina: disabile e campionessa ma per l’Asl non può lavorare

Martina

SANGANO – E’ ormai nazionale il caso di Martina, 21 anni di Sangano, giudicata inabile al lavoro. A decidere il futuro lavorativo, e non solo, è stata la commissione medica di Giaveno. Il giudizio di questa è stato confermato dai dirigenti dell’ASL. Si è però aperto uno spiraglio per interessamento del direttore Flavio Boraso. La ragazza affetta dalla sindrome di Down non potrebbe lavorare, né quindi beneficiare della legge che prevede l’assunzione delle persone disabili. Un responso giudicato ingiusto dalla famiglia. “Non rispecchia affatto le abilità di Martina ed i progressi di cui la ragazza si è resa protagonista con impegno e dedizione“. Questo uno dei commenti della famiglia della giovane con un curriculum sportivo di tutto rispetto.

CAMPIONESSA NELLO SPORT

Martina frequenta l’ultimo anno dell’Istituto Galilei di Avigliana e quest’anno affronterà la maturità. Da quattro anni va a scuola autonomamente. Utilizza l’autobus che collega la sua città alla scuola. Ha preso parte ad un soggiorno studio all’estero, alloggiando a casa della famiglia ospitante esattamente come i suoi compagni. Pratica danza moderna e latino americano. È campionessa regionale di equitazione ed ha conseguito il brevetto subacqueo per i 18 metri. Secondo la famiglia la ragazza è stata valutata in modo troppo frettoloso e il giudizio va rivisto.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!