Torino: Sit-in della Lega Giovani dopo l’approvazione della variazione del bilancio Incremento delle risorse per il diritto allo studio

TORINO – Torino: Sit-in della Lega Giovani dopo l’approvazione della variazione del bilancio (LEGA).

SIT IN DELLA LEGA GIOVANI A TORINO

Si è svolto a Torino fuori dal Consiglio regionale del Piemonte un Sit-in della Lega Giovani dopo l’approvazione della variazione del bilancio preventivo 2022/2024. Nel documento è previsto un sostegno dello stanziamento di ulteriori 3,2 milioni di euro per garantire la copertura di tutte le borse di studio. Spiega Laura Adduce, vice sindaco di Rivoli “Abbiamo voluto manifestare a sostegno di una importantissima misura. Incremento delle risorse per il diritto allo studio, al fine di garantire le borse di studio a tutti gli studenti universitari del Piemonte. Viva la buona politica“.

IN BILANCIO

Una variazione che prevede 66 milioni di euro (128 nel 2023) con interventi importanti che vanno a coprire ulteriormente esigenze che si sono manifestate nel corso dell’anno e che hanno trovato la sensibilità dell’Amministrazione Regionale, pronta ad intervenire incrementando le risorse. Nell’articolato, inoltre, è stato inserito e approvato un emendamento proposto dalla Giunta di poter accendere mutui fino a 30 milioni di euro per il sostegno a spese di progettazione di nuovi ospedali piemontesi.

Di seguito i principali movimenti: 6,4 milioni per scuola e Università (3,2 milioni per le Borse di studio, 1,2 milioni per le scuole paritarie e 2 milioni per gli Assegni di Studio per trasporti e libri). 5 milioni per cultura associazioni e territorio (4 milioni per associazioni culturali, 300 mila per grandi eventi, 200 mila per la musica popolare, 50 mila per le Pro Loco). Poi 800 mila per interventi urgenti rimozione amianto dalle scuole, 450 mila per acquisto di scuolabus.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.