Susa: la Brigata Alpina Taurinense in città tra territorio, storia e gestione delle truppe

SUSA – Susa: la Brigata Alpina Taurinense in città tra territorio, storia e gestione delle truppe.

GLI ALPINI DEL “TERZO” A SUSA

Prima una visita sulla montagna di Novalesa, in Valcenischia, tra le cascate e i sentieri in quota, poi a Susa al Forte della Brunetta. Così la mattinata degli ufficiali e sottufficiali della Brigata Alpina Taurinense oggi giovedì 27 ottobre. Susa e il suo territorio è stata scelta come sede del rapporto annuale, detto itinerante, delle truppe alpine piemontesi. Al Forte della Brunetta il gruppo di militari è stato accompagnato dal professor Mauro Minola in una visita che ha compreso il museo e la maggior parte dei siti dell’architettura militare del Settecento. Al termine del tour i militari hanno ringraziato Diego Margrit, proprietario dell’area, con un importante medaglia ricordo. La Sezione ANA Valsusa ha poi accolto i militari nella sede di Via Brunetta. Il presidente Giancarlo Sosello e tutto il gruppo del Consiglio ha pranzato nella Sala don Trappo.

AL MONUMENTO

Nel primo pomeriggio c’è poi stata una toccante cerimonia presso il monumento ai Caduti. Le Truppe in armi hanno deposto una corona di alloro a ricordo dei caduti. Il sindaco Piero Genovese ha ricordato l’amicizia che lega la città agli Alpini e la storia comune che si è rinnovata quest’anno con il conferimento della cittadinanza onoraria alla Sezione ANA Valsusa. Il generale al comando della Brigata Alpina Taurinense, Nicola Piasente, ha ringraziato per l’ospitalità ed ha rinnovato l’amicizia tra l’Esercito e l’ANA. Il gruppo si è poi diretto nella sala del Consiglio Comunale a Palazzo Buttis per una riunione operativa. I militari hanno destato molto sorpresa nei cittadini che per alcune ore, grazie alle penne nere, hanno rivissuto momenti di una presenza alpina in città che purtroppo è storia.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.