Sant'Ambrogio: indagato l'operaio che avrebbe provocato il rogo alla Sacra di San Michele Il reato contestato è quello di incendio colposo

SANT’AMBROGIO – Come si era prospettato nelle scorse settimane, la causa dell’incendio che ha devastato il tetto del convento della Sacra di San Michele, potrebbe essere attribuita all’uso sbagliato del cannello per sciogliere il catrame, utilizzato per l’impermeabilizzazione, da parte dell’unico operaio della ditta incaricata del rifacimento del tetto al lavoro il giorno dell’incendio.

VEDI ANCHE: http://www.lagenda.news/sacra-san-michele-colatura-catrame-sospetta-causa-rogo-24-gennaio/

L’uomo per questo è stato indagato per il reato di incendio colposo dal procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo.

I legali dell’operaio hanno già richiesto l’incidente probatorio, per accertare le responsabilità.

I danni alla struttura ammontano a circa 500mila euro.