Salbertrand: si farà il ‘L Carnavà du Guéini? Tra antica tradizione montana e modernità Il carnevale di Salbertrand a differenza degli altri carnevali tradizionali della Valle non si è mai spento

SALBERTRAND – Si parla di carnevale a Salbertrand. E’ festa tanto che gli abitanti hanno il soprannome di Guéini. Così il carnevale di Salbertrand tiene perfettamente a questo titolo ‘L Carnavà du Guéini. Spiega Lia Zola dell’Università di Torino. “Il carnevale di Salbertrand a differenza degli altri carnevali tradizionali della Valle non si è mai spento. Si è piuttosto rinnovato, ed è ancora molto sentito dalla Comunità. Accanto alla sfilata dei carri allegorici si inseriscono ancora oggi antiche tradizioni e rituali propiziatori quali la distribuzione dei turtiòu. La lettura del testamento del carnevale e il falò del fantoccio del carnevale. Accanto alla musica moderna, le melodie tradizionali della “Müsiccä”, i musicisti della banda musicale di Salbertrand. Un tempo il carnevale iniziava all’Epifania, quando gruppi di giovani entravano nelle stalle durante le veglie“.

IL CARNEVALE

L’ultimo mercoledì di Carnevale era detto il mercr du turtiòu. Avveniva la distribuzione di casa in casa delle frittelle (turtiòu) ricevendo in cambio uova, vino, altri generi alimentari o monete che venivano utilizzati per organizzare una festa tutti insieme. Durante la questua, si affaccendavano due tipi di personaggi: lu-z-arlekin, gli arlecchini, i ladruncoli che rubavano la legna e le uova dalle case, e lu siringäri. Il Giovedì grasso, il jō grā, si svolgeva l’aratura della neve.La domenica e il lunedì si svolgeva il ballo pubblico, dove interveniva anche la banda musicale (müsiccä). Il Martedì grasso concludeva il ciclo dei festeggiamenti ed era caratterizzato dal falò del Carnevale. Preceduto dalla lettura del suo testamento. Il carnevale di Salbertrand era rappresentato da un fantoccio realizzato dai giovani del paese con sacchi di iuta e riempito di paglia. Verso la mezzanotte faceva la sua comparsa la Quaresima, (Careimä), che sanciva la fine del Carnevale“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!