Rivoli: il PD chiede le scuse del vice sindaco Adduce sul 25 Aprile "Le affermazioni e derisioni del Vicesindaco sulla canzone “Bella Ciao” sono state completamente fuori luogo"

Laura AdduceLaura Adduce

alberghina 7284

RIVOLI  – Continuano le prese di posizioni dopo i commenti sul 25 Aprile del vice sindaco di Rivoli Laura Adduce. In una lettera firmata dalle componenti regionali e comunali del PD si stigmatizza l’operato della leghista di Rivoli. “Le affermazioni e derisioni del Vicesindaco sulla canzone “Bella Ciao” sono state completamente fuori luogo e irrispettose. Riteniamo che debba scusarsi sia per la forma che per la sostanza. Ricordiamo alla Vicesindaco che il 25 aprile è la Festa della Liberazione dal regime nazifascista, che il ricordo di quella data a distanza di 75 anni è importante per onorare le morti di tutte quelle persone che hanno sacrificato la propria vita per la libertà di tutti. Se oggi l’Italia è un Paese democratico lo si deve a quel sacrificio. La democrazia che permette proprio a lei di esprimersi liberamente e di essere stata eletta democraticamente alla guida della Città”.

SU RIVOLI

Scrivo poi Alessandro Errigo, Mimmo Carretta e Paolo Furia. “Ci rammarichiamo di non trovare un pensiero comune su un tema che non è proprietà di nessun partito, ma il 25 aprile è una data che dobbiamo ricordare tutti insieme, tutti avvolti da un’unica bandiera, quella dell’antifascismo. L’antifascismo non è un’opinione. I valori dell’antifascismo sono ben scritti nella nostra Costituzione. Rivoli, Città dalla grande storia antifascista è stata insultata dalle parole della Vicesindaco che è venuta meno al suo ruolo Istituzionale. Non possiamo essere rappresentati da un Vicesindaco che viene meno ai valori scritti nella nostra Costituzione e che la nostra Città ha sempre onorato. E’ un tema su cui non ci può essere fraintendimento, non c’è opinione sul fascismo, è un reato“.

ISOLARE QUESTO GESTO

“Chiediamo a gran voce a tutte le figure Istituzionali della Città, Sindaco, Presidente del Consiglio e a tutti i Capigruppo che siedono in Consiglio Comunale di prendere le distanze da un gesto così irrispettoso. Bisogna isolare questo avvenimento per evitare di infangare l’immagine della nostra Città. Chiediamo anche al Sindaco di prendere provvedimenti nei confronti del Vicesindaco per essere garante dei valori antifascisti che sono sempre stati presenti in Consiglio Comunale e devono continuare ad esserlo per rappresentare la Città”.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!