Metan Alpi: dagli impianti di teleriscaldamento e cogenerazione, al trasporto e alla vendita del gas metano La società torinese è profondamente radicata nella realtà alpina nel settore ambientale

Metan Alpi

SESTRIERE – Metan Alpi: dagli impianti di teleriscaldamento e cogenerazione, al trasporto e alla vendita del gas metano. Il gruppo Metan Alpi comprende molteplici attività e una pluralità di servizi di interesse ambientale. Grazie ai suoi schemi operativi e alle competenze tecnico scientifiche acquisite sul campo, da sempre opera a sostegno delle Amministrazioni Pubbliche Locali. Nell’ottica di supportarle nelle loro funzioni di corretta gestione del territorio. È un gruppo che applica le conoscenze acquisite nel settore della distribuzione del gas metano al miglioramento continuo dei suoi processi e dei servizi resi di cogenerazione e teleriscaldamento. Dalla fine degli anni ’80 Metan Alpi ha dato vita a una straordinaria impresa, ad alto contenuto tecnologico, che ha alla base il progetto veramente ambizioso di metanizzare il bacino delle Alpi Cozie.

UN GRUPPO CHE CREDE NELLA PRODUZIONE DI ENERGIA PULITA

Metan Alpi rappresenta un gruppo profondamente radicato nella realtà alpina nel settore ambientale e nella produzione di energia pulita. Ha inoltre la consapevolezza che la gestione corretta dei temi ambientali deve essere fatta instaurando profonde forme di dialogo con le popolazioni locali. In pochissimi anni Metan Alpi può vantare un lungo elenco di opere importanti nel campo del trasporto e della vendita del gas metano. In questa precisa e rigorosa politica di salvaguardia del bene ambientale si colloca anche la scelta di realizzare modernissimi impianti di teleriscaldamento e cogenerazione. Questi sono alimentati a metano e rappresentano autentici gioielli tecnologici. Garantiscono infatti un servizio continuo e sicuro in alta montagna dove le temperature rigide si verificano per molti mesi all’anno.

LE CENTRALI DI COGENERAZIONE E TELERISCALDAMENTO: COME FUNZIONANO?

Nel pieno rispetto del Protocollo di Kyoto sulla salvaguardia dell’ambiente, le centrali di cogenerazione e teleriscaldamento utilizzano il metano per azionare motori a combustione interna. Questi, accoppiati ad alternatori, producono energia elettrica. Mentre nelle normali centrali termoelettriche il calore dell’acqua di raffreddamento e dei fumi di emissione viene disperso nell’aria, in questo caso viene utilizzato per riscaldare le abitazioni. Ogni piccola centrale di cogenerazione rappresenta dunque un consistente risparmio di combustibili, petrolio o altro. Evita quindi l’immissione nell’atmosfera di tonnellate di gas tossici. Il Gruppo Metan Alpi è particolarmente attivo nella progettazione, realizzazione e gestione di questi avveniristici impianti che, utilizzati nel rispetto dell’ambiente, consentono la produzione di significative quantità di energia elettrica assolutamente non inquinante.

GLI IMPIANTI E LE ATTIVITÀ DEL GRUPPO

Nel 1991 Metan Alpi ha proposto all’amministrazione comunale di Sestriere di realizzare un impianto di teleriscaldamento a metano alimentato da cogenerazione. Negli anni successivi ha iniziato il prolungamento del feeder da Oulx a Bardonecchia e del ramo minore verso Salbertrand. Nel 1997 la Carbotrade, una delle società partecipanti al gruppo, ha chiesto lo scorporo della Metan Alpi in due società. Nascono così Metan Alpi Val Chisone S.r.l. e Metan Alpi Val Susa S.r.l. Attualmente le attività del Gruppo comprendono una pluralità di servizi di interesse ambientale: dalla vendita a livello locale del gas metano nei comuni di Roure, Fenestrelle, Usseaux, Pragelato, Sestriere, Cesana e Sauze di Cesana. Al teleriscaldamento nei comuni di Sestriere, Pragelato, San Sicario.

Metan Alpi si occupa infine della vendita di gas naturale e del trasporto a livello regionale con un metanodotto lungo oltre 80 km in Val Susa e Val Chisone, il Metanodotto Alpino srl. Parallelamente, il Gruppo Metan Alpi ha progressivamente esteso l’attività di vendita del gas a Torino.