Marcia No Tav in Valsusa: militanti dei centri sociali di Torino, Milano, Venezia, Livorno, Bologna, Roma, Napoli, Palermo e Catania A Venaus l’Assemblea Nazionale dei Territori in Lotta

SAN DIDERO – Si può fare un primo bilancio manifestazione partita da Bussoleno e arrivata a San Didero contro la costruzione del nuovo autoporto e giù genericamente contro la Tav in Valsusa. Hanno partecipato migliaia di attivisti No Tav sabato pomeriggio con l’iniziale striscione “Siamo la natura che si ribella”. Spiegano gli organizzatori. “In un momento storico come quello che stiamo vivendo, in piena emergenza sanitaria e con la stessa sanità che ci si è sgretolata sotto gli occhi, vorrebbero utilizzare ingenti fondi europei destinati alle ferrovie, per costruire un nuovo autoporto a San Didero. Quindi per finanziare ulteriormente il trasporto su gomma. Andando contro a ogni politica di tutela all’ambiente e alla salute di chi vive i territori. Sì, perché la costruzione di questo nuovo ecomostro di cemento, prevede la distruzione dell’unico polmone verde dell’intera media Valsusa“.

A BUSSOLENO

Una nuova voce alla marcia No Tav in Valsusa arriva dai centri sociali. Dopo Dana Lauriola è quella di Edgarda Marcucci, detta Eddi. 29 anni, militante del centro sociale Askatasuna di Torino, che nel 2014 era partita da Torino per andare a combattere l’Isis in Siria. Sottoposta alla Sorveglianza Speciale dal Tribunale di Torino, ieri era in strada. Tanti gli appartenenti ai centro sociali italiani. “Così da Venezia, Napoli, Palermo, Catania, Milano, Bologna, Livorno, Roma e tante altre località sono arrivati per partecipare alla marcia del Movimento che sentono loro proprio perché la lotta alle grandi opere è una lotta che parla a tutto il Paese. Infatti, domani al Presidio di Venaus, ci sarà l’Assemblea Nazionale dei Territori in Lotta, dove si discuterà insieme su come proseguire uniti dopo un difficile anno e mezzo con cui siamo stati costretti a confrontarci con la pandemia e le restrizioni imposte e legate sotto il nome della tutela alla salute“. Spiegano gli attivisti.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.