La mela della Valsusa: in attesa della fiera di Caprie tra Susina, la Losa, la Magnana e la Bella del Bosco La coltivazione della mela in Valsusa è solitamente nella media e bassa valle tra i 400 e i 900 metri di altitudine

CAPRIE – In attesa dell’edizione 2021 della fiera “La mela e dintorni” a Caprie è curioso scoprire le qualità di mele della Valsusa. Le Mele della Valsusa sono un insieme di vecchie varietà di mele locali o naturalizzate da tempi lontani. Tra queste la varietà Rusnenta Col di Mosso, Susina, la Losa, la Magnana, la Rus da po’, la Cantin e la Bella di Bosco. Mela Bella del Bosco (Bella di Boskop). Si tratta di una vecchia varietà di origine olandese. L’albero è molto vigoroso, con portamento da aperto a espanso. I frutti sono di forma variabile da tronco-conica breve a sferoidale appiattita. Tutti frutti in mostra a Caprie per “La mela e dintorni”.

LE QUALITÀ

La varietà Rusnenta Col di Mosso è una pianta con una vigoria elevata e con fioritura a inizio aprile. La maturazione avviene a fine settembre con una produttività scarsa. I frutti sono piccoli, con una buccia di color gialloverde con sovraccolore rosso e una polpa bianca. Quest’ultima è farinosa e ha un sapore dolce-acidulo. La varietà Susina è una pianta con una media vigoria e con una fioritura che avviene a inizio aprile. La maturazione avviene, invece, a metà settembre con produttività limitata. I frutti sono medio-piccoli e con la buccia liscia, cerosa e dal colore verde con sovraccolore rosso. La polpa è di colore bianco, croccante e dal sapore dolce. Altre varietà. Tra le Mele della Valsusa sono presenti anche altre varietà che però sono coltivate in maniera marginale. Tra queste troviamo la Losa, la Magnana, la Rus da po’, la Cantin e la Bella di Bosco.

mela 1

 

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.