La gara Susa-Moncenisio rinviata a fine luglio, in attesa delle norme sanitarie In forse la storica gara motoristica di livello europeo

La Botega del Gelatè

SUSA – La gara storica di velocità in salita Susa-Moncenisio potrebbe svolgersi l’ultima settimana di luglio. Il condizionale e d’obbligo. La disputa della gara giunta al 118ª anno sarà decisa nelle prossime ore. In attesa di conoscere meglio le norme che regolano la salute in questa Fase 2 dell’emergenza. Una cosa è sicura. La gara non si svolgerà dal 13 e 14 giugno come programmato. Spiegano gli organizzatori. “Abbiamo chiesto un rinvio nella speranza che ci sia uno spazio nel calendario di gare. Poi c’è da valutare le norme e se queste permetteranno il regolare svolgimento delle prove e della gara. Certo che impegnare la strada internazionale a fine luglio non era nella nostro volontà. Vedremo all’inizio della prossima settimana l’insieme della informazioni per valutare. Sarebbe un dispiacere bloccare una gara che dal 1902 appassiona e coinvolge appassionati e sportivi da tutta Europa“.

LA PRIMA GARA STORICA

Il percorso della Susa-Moncenisio inizialmente vedeva la partenza a Torino. Poi si decise per una “libera” andata fino a Susa. Misurava esattamente 22,5 chilometri. Con partenza alle porte di Susa ed arrivo al traguardo posto sul rettilineo precedente l’Ospizio. Subito dopo la “Scala” detta “della Gran Croce”. Il dislivello raggiungeva i 1605 metri, e la pendenza media del 12%. La parte più impegnativa era sicuramente quella finale con una cinquantina di tornanti stretti, allora chiamati “tourniquets”. I concorrenti, cinquanta iscritti, 38 partenti, 37 arrivati, furono preventivamente divisi nelle due classi “Velocità”. Numero dei posti e assetto della carrozzeria libera e “Turisti”. Carrozzeria completa da viaggio e posti occupati. Una gara che anno dopo anno è cambiata non perdendo mai il suo fascino e la sua verve. La gara non si corse sempre. Gli ostacoli furono i Prefetti, le autorizzazioni, la mancanza di concorrenti, le guerre, le crisi economiche e adesso il Coronavirus. Anche la Susa-Moncenisio è lo specchio dei tempi da Vincenzo Lancia a Felice Nazzaro in attesa del prossimo campione.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!