La caccia alle streghe comincia in biblioteca a Condove Sabato 19 novembre, alle ore 17,30

CONDOVE – L’assessorato alla cultura di Condove organizza sabato 19 novembre, alle ore 17,30, l’incontro dal titolo presso la Biblioteca. Titolo? L’alba dell’oligarchia dall’eresia alla stregoneria. Parteciperanno alla conferenza padre Giuseppe Giunti dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali, Luca Patria di CeRCA, Piercalo Panzè di CeRCA; coordinerà i lavori l’assessore Chiara Bonavero. La stregoneria è generalmente considerata un insieme di pratiche magiche e rituali, perlopiù a carattere simbolico, tese a influire positivamente o negativamente sulle persone o sulle cose loro appartenenti, alle quali si ricorre spesso con l’aiuto di un essere soprannaturale. In questa accezione il termine è diffuso in tutte le culture. Siano esse primitive o evolute. Ed è presente nella storia umana fin dall’antichità. Alle diverse valenze negative assunte dalla definizione di stregoneria se ne sono aggiunte altre di carattere positivo. Specialmente a partire dagli anni cinquanta del Novecento con lo sviluppo del neopaganesimo in generale e della wicca in particolare.

CURIOSITA’

Nella lingua italiana il termine stregoneria deriva dalla parola «strega», che a sua volta proviene dalla parola greca strix, con la quale si indicava un rapace notturno. Lo strige o barbagianni dal verso acuto. Che le leggende popolari accusavano (erroneamente) di succhiare il sangue delle capre. La letteratura latina fornisce vari esempi di questa credenza. Le striges di Ovidio erano mostri per metà uccelli e per metà donne, mentre quelle descritte da Orazio erano donne a tutti gli effetti; Apuleio parlò invece sia di mostri rapaci sia di donne che potevano trasmutarsi in animali per mezzo di un unguento magico. Da distinzioni come questa derivò la figura della malefica, ovvero la strega come la si intende largamente ancora oggi, una donna che prevedeva il futuro e praticava la magia e che più tardi fu accusata da vari autori cristiani di avere commercio con il Diavolo. La malefica venne perciò considerata apostata e le sue pratiche furono definite come stregoneria.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!