La Battaglia di Staffarda: la Francia del Re Sole contro la coalizione di Austria, Spagna e Svezia

staffarda

STAFFARDA – La Battaglia di Staffarda: la Francia del Re Sole contro la coalizione di Austria, Spagna e Svezia. Foto di MAURO MINOLA.

LA BATTAGLIA DI STAFFARDA

La Battaglia di Staffarda si inserisce nelle guerre della “Lega di Augusta” tra la Francia del Re Sole e la coalizione anti francese composta da Austria, Spagna, Svezia e vari Principati tedeschi. All’inizio, il Duca di Savoia Amedeo II era alleato con la Francia, ma la richiesta francese, in cambio di aiuto, di consegnare le fortezze strategiche di Verrua e Torino, comprometteva l’indipendenza stessa del Ducato sabaudo. Così Vittorio Amedeo si alleò con la coalizione nemica, provocando immediatamente l’invasione del Piemonte da parte dei francesi comandati dal Catinat. Questi puntarono verso Saluzzo, il Duca di Savoia decise allora di affrontarli in campo aperto nei pressi dell’abbazia di Staffarda, aspettando il contingente alleato spagnolo.

I COMBATTIMENTI

Il terreno era acquitrinoso e malsano. Vittorio Amedeo volle schierare le sue truppe su due linee, appoggiando l’ala destra ad un terreno paludoso e quella sinistra al fiume Po. Il centro delle truppe era costituito dal fior fiore della cavalleria spagnola e piemontese. Infine vennero occupate le cascine intorno a Staffarda, ma non venne giudicato importante appropriarsi anche di una vecchia diga, posizione importante per poter colpire il fianco francese, mentre fu lasciato, tra una cascina e l’altra, troppo spazio vuoto, che avrebbe permesso al Catinat d’incunearsi tra le file piemontesi. Il Catinat ordinò ai suoi dragoni di travolgere le truppe poste a difesa delle cascine: i piemontesi vennero intimoriti dall’avanzata nemica e dovettero ritirarsi. Vittorio Amedeo faticò non poco per riprendere le postazioni originarie, ma ormai il Generale di San Silvestre era riuscito ad incunearsi al centro del campo di battaglia e la sorte dello scontro appariva segnata.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.