Il labirinto celtico di Almese è aperto in occasione dell’8 marzo, Festa della Donna Presso la Serra del Vivaio Gulli, in Via Circonvallazione, 67 ad Almese

ALMESE – Il labirinto celtico di Almese è aperto in occasione dell’8 marzo, Festa della Donna, dalle 15,30 alle 17,30. Un invito al pubblico femminile per aiutare a ritrovare il femminino sacro e riprendere consapevolezza di sé. Si consiglia di percorrerlo scalze. All’entrata verrà richiesta un’offerta minima di 5 Euro. Per informazioni è possibile contattare il numero telefonico 347 7191137 (whatsapp, sms), consultare il sito www.boscoterapia.it oppure visitare la pagina Facebook: Boscoterapia Ancestrale.

IL LABIRINTO

In questo labirinto non ci si perde, ma ci si ritrova. È un viaggio attraverso la vita in cui si incontrano ostacoli, si può perdere l’equilibrio o cadere. Ma si arriva sempre al centro… al centro di se stessi. Non c’è inizio e non c’è fine” (Debora Carniato). Camminare in un labirinto è una sorta di meditazione, una preghiera, un pellegrinaggio, un percorso iniziatico. Un labirinto celtico creato da Debora Carniato, ricercatrice, studiosa, nel giardino della Serra del Vivaio Gulli, in Via Circonvallazione, 67 ad Almese, riporta in vita antichi simboli di popolazioni che vivevano la spiritualità in connessione con la Madre Terra. Il labirinto è stato progettato circa 4000 anni fa ed è divenuto uno strumento spirituale di meditazione e crescita spirituale.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.