I nuovi progetti integrati per l’export delle piccole medie imprese in Piemonte Per conquistare così nuovi e maggiori spazi di mercato all’estero

TORINO – I nuovi progetti integrati per l’export delle piccole medie imprese in Piemonte. Sono otto le filiere produttive di eccellenza interessate dai nuovi progetti integrati con i quali la Regione intende incrementare il processo di internazionalizzazione delle piccole e medie industrie piemontesi. E conquistare così nuovi e maggiori spazi di mercato all’estero. Automotive&Transportation, Aerospazio, CleanTech/GreenBuilding, Abbigliamento-Alta Gamma-Design, Tessile, Agroalimentare, Meccatronica, Salute e Benessere.


LA PARTECIPAZIONE

Alle realtà che operano in questi settori vengono proposte attività diversificate come la partecipazione a fiere internazionali e business convention. Poi incontri business to business, missioni e visite aziendali, percorsi di supporto all’aggregazione. Percorsi collettivi su tematiche tecniche e manageriali in modalità fisica o a distanza secondo le vigenti disposizioni regionali, nazionali e internazionali. Nel primo anno le piccole medie imprese ammesse parteciperanno a titolo gratuito a tutte le iniziative grazie ad una riduzione totale dei costi. Nel secondo anno molte iniziative saranno ancora gratuite o sarà comunque prevista una significativa riduzione sui costi di partecipazione.

LE DOMANDE

Affacciarsi su nuovi mercati è diventato fondamentale – afferma Fabrizio Ricca, assessore regionale all’Internazionalizzazione – ma non sempre le pmi riescono da sole a fare quel passo che può permettere di vendere fuori dall’Italia. Per questo la Regione vuole dimostrare che lavorando in sinergia questo obiettivo può essere accessibile a tutti”. Le domande per aderire ai progetti dovranno essere inserite fino al 9 aprile sulla piattaforma FINDOM.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale You Tube L’Agenda.