Crea sito

I Consigli Comunali e le giunte riuniti in videoconferenza Al fine di contrastare e contenere la diffusione del Coronavirus

ROMA – I Consigli Comunali e le giunte riuniti in videoconferenza. Lo prevede il decreto “Cura Italia” al fine di contrastare e contenere la diffusione del Coronavirus. Fino alla data di cessazione dello stato di emergenza i Consigli comunali e le giunte possono riunirsi in videoconferenza. Insomma niente consigli comunali a porte chiuse, ma con assessori e consiglieri presenti. Con sedute a distanza grazie all’ausilio delle nuove tecnologiche che garantiscono lo svolgimento delle sedute in videoconferenza. Il Governo ha preso questa decisione per venire incontro alle numerose difficoltà che stanno vivendo le amministrazioni comunali di tutta Italia. Il decreto in particolare è rivolto a quei comuni che non hanno nel loro regolamento la previsione della possibilità di riunirsi attraverso questa modalità.

Il decreto prevede che le riunioni in videoconferenza siano svolte nel rispetto di criteri di trasparenza e tracciabilità previamente fissati. Inoltre che siano individuati sistemi che consentano di identificare con certezza i partecipanti e sia assicurata la regolarità dello svolgimento delle sedute. Le stesse disposizioni valgono anche per le sedute degli organi di governo delle province e delle città metropolitane, dei consigli e delle giunte delle regioni e delle province autonome.

I CONSIGLI WEB

Si è ritenuto opportuno e necessario dunque l’utilizzo delle nuove tecnologie che permettono di lavorare anche da casa. Così come d’altronde già accade nella scuola con le attività didattiche a distanza. Nonché con il telelavoro o smart working, che consente a migliaia di lavoratori di svolgere le proprie mansioni dal proprio domicilio. Tecnologie che hanno molti vantaggi sia per la qualità della vita dei lavoratori, sia per il minor numero di spostamenti di uomini e mezzi, sia per la sicurezza sanitaria di tutti. Questa possibilità concessa è molto importante perché permette al Consiglio di trattare gli importanti e pressanti argomenti che ruotano intorno all’emergenza sanitaria imposta dal Coronavirus. Oltre che fornire il proprio contributo all’individuazione, sul livello locale, di un più ampio ventaglio di misure mirate a mitigare il diffondersi del contagio e al sostegno di famiglie e imprese in difficoltà.

IL CONSIGLIO DI BARDONECCHIA

Bardonecchia è stato il primo comune in Piemonte e della provincia di Torino ad applicare le disposizioni del nuovo decreto contro il Coronavirus anche per la massima riunione cittadina. Una novità assoluta per Bardonecchia con il primo Consiglio Comunale web. La Sala del Consiglio vuota, gli amministratori e l’opposizione a casa. Tutti collegati al web. Naturalmente, come previsto per legge, il Consiglio Comunale di Bardonecchia è stato registrata e potrà essere rivisto collegandosi al sito istituzionale del Comune. La regolarità della seduta è sancita da una norma nell’ultimo decreto e sarà applicato con tutta probabilità dalle altre amministrazioni ed enti che necessitano comunque, anche in questo periodo, di mettere agli atti e discutere la vita amministrativa.

LE PIATTAFORME

Le piattaforme di riunioni possono fare la gestione di eventi e riunioni virtuali on-line caratterizzate da funzionalità avanzate di amministrazione, reportistica e strumenti collaborativi interattivi. Il sistema sfrutta le ultime tecnologie non richiedendo pertanto alcuna installazione software o hardware al di fuori di un semplice browser ed una connessione a banda larga. L’accesso è semplice ed immediato: basta fare click sul collegamento “Accedi” ricevuto dalla piattaforma.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!