Gravere: un percorso d’arte di Tino Aime tra arte e natura Sembrerà di guardare il mondo attraverso gli occhi dell’artista

Tino AimeTino Aime

GRAVERE – Domenica 30 agosto sarà inaugurato, a Gravere, l’itinerario “Arte e natura – sui passi di Tino Aime“. Il percorso naturalistico dedicato al grande pittore e scultore. Originario di Cuneo, ma residente alla frazione Bastia di Gravere, dove visse fino alla scomparsa avvenuta nel luglio del 2017. Si tratta di un itinerario che attraversa i comuni di Gravere, Chiomonte e Meana di Susa. Raccordando fra loro gli itinerari valsusini della via Francigena, del Sentiero dei Franchi e del Sentiero Balcone. Vede riprodotti, su pannelli e installazioni stabili situate lungo il tracciato, più di 20 opere scelte tra la ricca produzione dell’artista. Oltre alle sculture che Tino ha regalato, nel tempo, al territorio. Un museo a cielo aperto in cui la ricchezza dei paesaggi è abbinata al fascino dell’intramontabile talento artistico del pittore di montagna e di langa. Uno degli artisti più apprezzati nel panorama pittorico e scultoreo piemontese ed italiano.

TINO AIME

Il progetto dell’iniziativa è stato possibile grazie al supporto ed alla disponibilità dell’Associazione Tino Aime, che ha concesso l’utilizzo delle opere dell’artista, mentre i lavori per la realizzazione del sentiero sono stati realizzati con un finanziamento europeo del Gal, ottenuto di comune accordo tra i comuni di Gravere, Meana e Chiomonte. Percorrendo il tracciato si ha la possibilità di vedere raffigurati gli stessi panorami, visibili ad occhio nudo, nelle opere di Tino: il cielo, la natura, il silenzio del giorno che raggiunge la notte, i tetti imbiancati dalla neve, gli orti, i frassini, i boschi di castagno e conifere. Sembrerà di guardare il mondo attraverso gli occhi dell’artista, in un percorso che è allo stesso tempo naturalistico, culturale ed artistico, ritrovando nelle opere e nei dipinti, gli scorci più suggestivi delle case e della montagna; quella povera, quella dei sacrifici e della gente che vuole viverla con sacrificio ed abnegazione.

A GRAVERE

“Dipingo tutto ciò che mi dà un senso di poesia e di armonia. E tutto quello che dipingo è ricollegabile ai ricordi e alle emozioni che vengono dalle mie montagne e dalle mie radici occitane», ha detto Tino; e l’itinerario “Arte e Natura” è un’occasione per ammirare l’artista e le sue opere, nel contesto e nei paesaggi delle “terre alte” che hanno ispirato le sue opere. L’intero tracciato è fruibile a piedi o in sella alla mountain-bike, scegliendo differenti gradi di difficoltà mediante percorsi differenziati. Parte di essi sono percorribili anche da portatori di disabilità, con un dislivello minimo; più impegnativi, invece, gli anelli escursionistici di media montagna e quelli di alta quota e lunga percorrenza, idonei per chi ha un buon allenamento Il programma dell’inaugurazione del percorso prevede, nella mattina di domenica 30 agosto, una camminata ed un tour in mountain bike di circa 3 ore della parte bassa del tracciato guidati dall’ADS Falabrack – Guide Discovery Valsusa (necessaria prenotazione WhatsApp al numero 3482310724, per la formazione dei gruppi; possibilità di noleggio e-bike per chi lo desiderasse), mentre nel pomeriggio, alle 15:00, nella Piazza del Comune, l’inaugurazione ufficiale con una mostra dell’artista allestita nel Salone Sicheri.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!