Giaveno: in arrivo nuovi aiuti per le famiglie in difficoltà, parte l’operazione Sereno Natale Oltre 150mila euro presto a disposizione dei cittadini giavenesi

GIAVENO – La seconda ondata del Covid ha di nuovo messo in difficoltà diverse famiglie di Giaveno. Si trovano senza reddito o con una forte diminuzione delle entrate domestiche. La Città di Giaveno, il 23 novembre, la rilanciato attraverso una delibera di giunta il percorso avviato già durante la prima fase nel progetto “Resta a casa: a te ci pensiamo noi”. Un Tavolo di lavoro tecnico-progettuale che si occuperà della distribuzione degli aiuti alle persone coinvolte. È composto da quegli attori che già hanno collaborato nella gestione degli aiuti nella prima ondata. Che hanno inteso condividere dati e metodologia di lavoro, garantendo la necessaria trasparenza e un certo grado di flessibilità. Al momento la cabina di regia è composta dal Comune, dai Servizi sociali, dall’Oratorio Semi di Speranza, dalla Caritas e dalla Croce Rossa comitato di Giaveno.

AIUTI ALLE FAMIGLIE

La cifra totale che verrà messa a disposizione è di circa 150-160mila euro; ai fondi del bilancio comunale già stanziati (60.000 euro) si aggiunge un contributo della Fondazione San Paolo richiesto e ottenuto grazie all’ottimo lavoro portato avanti negli anni dall’ufficio scolastico e sociale del Comune, il contributo di un privato cittadino e le nuove risorse statali per i buoni alimentari. I fondi saranno destinati alle famiglie in difficoltà per un sostegno alle loro spese di tipo alimentare (con il sistema dei buoni spesa già sperimentato in primavera e che ha supportato diverse centinaia di nuclei famigliari); alle spese abitative, intendendo con questo bollette di utenze, costi per il riscaldamento, fornitura di legno o pellet.

DAL COMUNE

Per aiutare in modo trasversale anche gli esercizi commerciali di vicinato, i buoni saranno spendibili presso quelli fra loro che aderiranno, come in primavera. Una parte di questi fondi sarà destinata all’avvio di tirocini o altri percorsi lavorativi, in modo da favorire un successivo inserimento nel mondo del lavoro. Gli aiuti saranno rivolti in particolare a anziani soli con la pensione minima e a famiglie numerose con presenza di minori; verranno comunque definiti dei criteri precisi per l’erogazione in modo che vi sia un utilizzo trasparente dei fondi e che possa essere efficace e dare un aiuto vero a chi ha più bisogno.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

giaveno notizie