Gara internazionale di velocità in salita Cesana-Sestriere: una competizione da salvaguardare e valorizzare Verificare le condizioni di manutenzione e sicurezza della Strada Provinciale

marin

CESANA TORINESE – Gara internazionale di velocità in salita Cesana-Sestriere è una competizione da salvaguardare e valorizzare. “Questa mattina su rinvito dei sindaci di Cesana Roberto Vaglio e Sestriere Gianni Poncet ho partecipato al sopralluogo, effettuato dal responsabile delle attività sportive dell’Automobile Club di Torino Quaranta e dell’ingegner Formento e del geometra Nevache per la Città Metropolitana di Torino. L’incontro è stato utile per verificare le condizioni di manutenzione e sicurezza della Strada Provinciale 23 nel tratto Cesana – Sestriere in vista della 39° gara internazionale di velocità in salita per auto storiche e la 9° Experience che si correranno nel prossimo mese di Luglio”.

LA GARA

“La Cesana-Sestriere con il suo trofeo avvocato Giovanni Agnelli e la Cesana-Sestriere Experience memorial Gino Macaluso sono due competizioni di riferimento per gli amanti dello sport e per le quali sono sicuro che la Città Metropolitana metterà in campo le migliori sinergie tecniche ed economiche per far trovare il percorso pienamente rispondente alle necessità della competizione. Il gruppo “Lista civica per il territorio che rappresento in città metropolitana non si risparmierà, al fine del positivo raggiungimento di questo obiettivo”. Ad affermarlo il capogruppo Paolo Ruzzola.

LA STORIA DELLA CESANA SESTRIERE, LA CORSA DEI CAMPIONI

Il 1900 segna la nascita ufficiale delle grandi corse in salita italiane. La culla di questa specialità è il Piemonte, con “piste” naturali che si arrampicano sulle sue montagne. La mente ed il cuore che animano la nuova passione sono quelli dell’Automobile Club Torino. I 5 chilometri che dividono Madonna del Pilone da Pino Torinese sono quelli che il 21 aprile 1900 hanno misurato la bravura dei pionieri automobilistici. Poi sono arrivate la Sassi-Superga e la Susa-Moncenisio, le corse in salita che hanno richiamato la sfida tra le poche automobili circolanti nel 1902. A queste si sono aggiunte in seguito la Garessio-San Bernardo, la Biella-Oropa e, appena al di là dei confini piemontesi, la Aosta-Gran San Bernardo.

LA PRIMA EDIZIONE NEL 1961

Il 6 agosto del 1961, anno delle celebrazioni per il centenario dell’Unità d’Italia, l’Automobile Club Torino, tenne a battesimo la “Cesana-Sestriere”. La lunga storia di questa gara si può considerare divisa in due epoche. Quella del primo periodo tra il 1961 e il 1973 e quella del secondo tra il 1981 e il 1992. Nella pausa tra il ’74 ed il 1980, la Cesana-Sestriere è rimasta in silenzio. Ma è stata inserita come prova cronometrata nel percorso del Giro d’Italia Automobilistico. Nei primi quattordici anni della Cesana-Sestriere (che appena nata poteva già contare sulla validità per il titolo italiano assoluto e per il Trofeo Europeo, in seguito Campionato Europeo FIA della Montagna) si sono alternati sul gradino alto del podio grandi nomi come Edgar Barth, Lodovico Scarfiotti, Arturo Merzario, Rolf Stommelen.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!