Erbe di montagna: la Mentuccia, contro la cattiva digestione la febbre e la tosse di VALERIO SANFO e ERICA PITTONI

Erbe di montagna. I germogli di Mentuccia più teneri si possono unire alle insalate miste. Con le foglie della nepetella si insaporiscono i piatti a base di pesce e le verdure, in particolare funghi e carciofi. Per l’uso immediato può essere raccolta in qualunque stadio di sviluppo, per essiccarla va invece raccolta in piena fioritura. È efficace il suo infuso come sedativo, simile alla valeriana, e viene tradizionalmente bevuto per favorire il sonno. Può essere anche utile nella cura delle coliche infantili, dei mal di testa causati da cattiva digestione e anche nei raffreddori; è inoltre assunto per placare la tosse e negli stati febbrili.

mentuccia

IN MINESTRA

Mondate, lavate e tagliate a pezzetti tutte le verdure. Tritate finemente la mentuccia, tenendo da parte qualche fogliolina intera. Mettete le verdure e la menta tritata in una casseruola, aggiungete la panna e 1 litro e mezzo di acqua, salate e fate cuocere un quarto d’ora. Poi pepate e profumate con un pizzico di noce moscata. Quando tutte le verdure saranno pronte, versate la minestra in una zuppiera e conditela con il burro crudo. Distribuite sulla superficie della minestra le foglie di mentuccia e portatela in tavola caldissima. A parte potete servire dei crostini di pane fritti in un po’ d’olio.

Maggiori informazioni su Andar per erbe, Valerio Saffo e Erica Pittoni, Editrice Il Punto-Piemonte in bancarella.

andar per erbe

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda.