Dall’ASL una conferenza sui casi di violenza di genere come conseguenza della pandemia da Covid

violenza donne

VALSUSA – Dall’ASL una conferenza sui casi di violenza di genere come conseguenza della pandemia da Covid (comunicato ASL).

L’ASLTO3 DEDICA UN CONVEGNO AGLI “UOMINI AUTORI DI VIOLENZA”

L’aumento dei casi di violenza di genere come conseguenza della pandemia da Covid19 è stato definito “pandemia ombra”, per sottolinearne l’impatto devastante e porre attenzione alla necessità di rafforzare gli interventi di supporto specializzati da parte del Servizio Sanitario Nazionale. L’AslTo3, da sempre attiva e in prima linea nel contrastare il fenomeno della violenza di genere, non si sottrare a questa nuova necessità intervenendo su due fronti: un convegno e un progetto di supporto psicologico.

Lunedì prossimo 19 settembre un incontro di formazione rivolto ai professionisti, medici, psicologi, assistenti sociali, educatori, associazioni di volontariato che agiscono nell’ambito della violenza di genere.  L’intento è quello di mettere a confronto i diversi modelli di trattamento degli uomini autori di violenza, dal punto di vista sociologico, psicologico e giuridico, in un’ottica di prevenzione, che riesca ad agire sulle cause.

LA VIOLENZA DI GENERE

Rivolta invece al sostegno delle vittime è la seconda iniziativa assunta di recente dall’Azienda Sanitaria, che ha approvato il progetto di potenziamento del supporto psicologico, con la presenza capillare, nei vari distretti e in ospedale, di una psicologa dedicata. Tale figura rafforza la consulenza psicologica già presente all’interno dell’équipe AslTo3 per la presa in carico delle situazioni di violenza di genere, in considerazione proprio del maggior impatto del fenomeno post pandemia, sia dal punto di vista delle ricadute di natura esistenziale ed umana che da quello del profilo clinico a rilievo psicopatologico.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.