Dal Distretto Diffuso del Commercio Orsiera Valsusa i cartelli informativi Con questa infrastruttura che comprende 26 bacheche nei sei comuni

BUSSOLENO- Nella primavera 2021 i Comuni Bussoleno, Bruzolo, Chianocco, Mattie, San Giorio, Villar Focchiardo e l’Ascom hanno aderito al bando regionale per la formazione del Distretto Diffuso del Commercio Orsiera Valsusa. Allo scopo di migliorare il rapporto domanda e per accrescere le potenzialità di sviluppo. Il punto di forza da cui partire consisteva nel rafforzare la vocazione turistica con un ventaglio di azioni per portare all’interno del territorio non solo turisti dell’area metropolitana ma anche cittadini della Valsusa alla riscoperta delle peculiarità locali che vanno dalle realtà museali alla rete sentieristica, dai prodotti tipici locali.

LA PROMOZIONE DELLA VALSUSA

Si è partiti dalla necessità di realizzare un coordinamento delle politiche di comunicazione, di promozione turistica e di rafforzamento dell’area commerciale per sostenere la sopravvivenza e la vitalità del settore distributivo di prossimità e per innescare un processo di sviluppo delle potenzialità del territorio, focalizzando l’attenzione sull’installazione di punti informativi stabili e permanenti, ma collegati con quanto già esiste a livello digitale e social. Sono state progettate, realizzate e installate bacheche espositive, fornite di un doppio pannello informativo per attirare l’attenzione sia sugli aspetti commerciali sia su quelli naturalisti garantendo l’aggancio agli aggiornamenti dinamici mediante QRcode ai siti e ai social.

LE BACHECHE

Con questa infrastruttura che comprende 26 bacheche nei 6 comuni, si pensa di garantire una base informativa e un invito a ricercare oltre nei siti a diverse fasce di fruitori. I cittadini locali e i turisti acquisiscono informazioni preliminari e indicazioni di orientamento sul territorio. Gli operatori, diventando ambasciatori o locals esperti, possono guidare i turistici e i visitatori ad orientarsi sul territorio e a fruire dei servizi di prossimità generando un motore di sviluppo. Le guide naturalistiche e turistiche possono abbinare alle visite, servizi di tipo enogastronomico e ricreativo coinvolgendo gli operatori dei servizi commerciali e laboratoriali.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.