Condove è diventato Comune turistico. Piero Bruno domanda se saranno alzate le tasse sulle proprietà In Consiglio Comunale votato un punto sul bilancio

Condove, Consiglio Comunale

CONDOVE – Si è svolto ieri sera, martedì 31 luglio, nella sala del Palazzo del Dopolavoro, un Consiglio Comunale, breve, in rispetto della votazione su un punto riguardante il bilancio. Sul bilancio spiegato spiegato dall’assessore Jacopo Suppo. Durante le dichiarazioni di voto i consiglieri d’opposizione Piero Bruno e Carlo Scomegna si sono complimentati per il lavoro svolto dall’amministrazione ma, non condividendone alcuni passaggi, si sono poi astenuti alla votazione che ha passato il punto all’ordine del giorno con i voti della maggioranza.

Condove è comune turistico

Interessante la discussione nata su proposta del consigliere Piero Bruno. Argomento: l’inserimento di Condove nell’elenco dei Comuni turistici del Piemonte. Ha domandato Bruno all’amministrazione: “Intanto devo lamentare che abbiamo appreso la notizia solo dal web e nessuno si è premurato di informarci. Devo chiedere se con questa nuova denominazione magari un giorno non verranno alzati gli oneri catastali o magari tasse sulle proprietà- ha poi detto Bruno – c’è un caso in un comune turistico dove un proprietario di un prato in un atto di successione si è visto lievitare le tasse. Bisogna sapere se succederà anche a Condove” – ha concluso Bruno. Il sindaco Emanuela Sarti ha spiegato che questa qualificazione è il termine di una procedura “burocratica”, che si è conclusa nella giornata del Consiglio, che avrà delle ripercussioni positive, ad esempio sugli orari di alcune attività commerciali, ma non ha nessuna implicazione nell’ambito tecnico-finanziario.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda.