Comportamenti sbagliati ed assenza di manutenzione sono le principali cause degli incidenti domestici In tutte le case italiane domina la tecnologia

elettricista

Gli incidenti domestici sono tra le principali cause di infortuni tra le famiglie italiane e, se in alcuni casi sono dettati da casualità ed eventi fortuiti poco prevedibili, in molti altri sono determinati da comportamenti sbagliati e soprattutto dall’utilizzo di un impianto elettrico vecchio ed obsoleto.

In tutte le case italiane domina la tecnologia, quindi è necessario avere un impianto elettrico in ottimo stato di conservazione per garantire prestazioni eccellenti e prevenire pericolosi incidenti, come lo sviluppo di incendi domestici.

Come dimostra una ricerca condotta dal Nucleo Investigativo dei Vigili del Fuoco, in Italia si verificano tra i 30.000 ed i 50.000 incendi all’anno in edifici civili ed il 20% di essi è attribuibile proprio a guasti e malfunzionamenti di impianti elettrici vecchi o non sottoposti ad una corretta manutenzione.

La prima cosa da fare è quindi controllare e verificare il perfetto funzionamento degli impianti elettrici, affidandosi ad aziende esperte e professionali, come gssisrl.it, punto di riferimento nella città di Torino e provincia che ha una lunga esperienza alle spalle nel settore.

In questo modo è possibile verificare che tutto sia a norma, evitando quelle anomalie come corto circuiti, sovraccarichi di tensione ed elettrocuzioni che possono dar vita ad eventi pericolosi, come appunto gli incendi.

Inoltre un impianto elettrico in perfetto stato garantisce prestazioni elevate ed ottimali, che si traducono in un notevole risparmio energetico. Al contrario un impianto elettrico difettoso è costretto a consumare più energia del previsto, determinando bollette energetiche decisamente salate.

Verificare il corretto funzionamento dell’impianto elettrico e sottoporlo ad una continua manutenzione sono i primi passi fondamentali per migliorare il livello di sicurezza abitativo, ma è necessario adottare comportamenti virtuosi per evitare altri guai.

Andrebbe ad esempio staccata la spina per gli elettrodomestici e gli apparati elettrici che non vengono utilizzati, riducendo così il rischio di corto circuiti e possibili incendi.

Inoltre i cavi elettrici non devono entrare a contatto con fonti di calore, né tanto meno passare sotto tappeti o divani. La cosa migliore sarebbe nasconderli nei battiscopa o nelle pareti, oppure rivestirli con un’apposita protezione per innalzare il livello di sicurezza tra le 4 mura domestiche.

Per limitare il rischio di incendi sarebbe preferibile liberarsi di tutte le apparecchiature vecchie, che potrebbero essere dotate di cavi e fili danneggiati. In generale è opportuno dotarsi sempre di dispositivi dotati del marchio IMQ, che garantisce la conformità dei prodotti ai requisiti di sicurezza imposti dagli standard europei.

Un’altra brutta abitudine è quella di sovraccaricare una presa, dove vengono collegati due o più apparecchi. In questi casi è molto meglio dotarsi di prese multiple dotate di sistemi di sicurezza che, se ravvisano un pericolo di sovraccarico, si spengono automaticamente. In generale serve un po’ di buon senso, prestando maggiore attenzione in zone particolarmente sensibili come soffitte in legno o salotti con caminetti, dove il rischio incendio è più elevato.