Cesana Torinese: è morto don Paolo Molteni, decano della Diocesi di Susa

Cesana Torinese

CESANA TORINESE – Cesana Torinese: è morto don Paolo Molteni all’età di 91 anni, decano della Diocesi di Susa. Durante la Messa del 2 gennaio scorso la comunità di Cesana Torinese aveva salutato la pensione del parroco con la presenza di Monsignor Cesare Nosiglia. Alla cerimonia avevano partecipato i fedeli e l’amministrazione comunale. Sulla vita don Paolo spiega Giuseppe Ghiberti un episodio. “Un giorno don Paolo ha ricevuto dal suo vescovo l’incarico (allora si diceva “l’ubbidienza”) di andare a prendersi cura di alcune piccole comunità che vivevano in Alta Val di Susa, in una delle valli che si dipartono da Cesana. Veniva a succedere ad alcuni parroci che avevano trascorso decine di anniin quei paesi, ma ora la scarsità di preti obbligava a concentrare gli incarichi. D’altra parte anche la popolazione residenziale non è in crescita; c’è però un nucleo sempre più consistente di residenti estivi che sfrutta in quei mesi il servizio religioso e la presenza del prete. In questa situazione il prete che cosa può fare?“.

DON PAOLO MOLTENI, UN VALSUSINO

“Don Paolo Molteni è figlio della sua terra valsusina, ma ha percorso un lungo cammino, perché la sua preparazione l’ha attinta in luoghi prestigiosi, italiani (a cominciare dal suo seminario, piccolo ma glorioso anch’esso) ed esteri, e ha avuto come maestro – a Bonn, in Germania – quel professore Joseph Ratzinger che sarebbe diventato il nostro amato Papa Emerito Benedetto XVI. La sua preparazione teologica l’ha messa a disposizione di molti studenti, negli anni in cui la rinata facoltà teologica di Torino ebbe sede in Rivoli, all’imboccatura della Val di Susa (e lì ho ricevuto il dono della sua amicizia). Ritornare a tempo pienissimo nel ministero pastorale, con incarichi a centro diocesi e soprattutto nelle parrocchie, non gli è stato duro e tutti l’hanno sentito, senza limiti, amico fraterno.

DON PAOLO

“Don Paolo è la discrezione in persona. Vuole che il suo annuncio sia rispettoso e non invasivo e ha pensato di usare, accanto ai mezzi tradizionali dell’annuncio, nella liturgia e nel bollettino, la formula dei “daze” (che è un’abbreviazione scherzosa e differenziante del “dazebao”, di qualche decennio fa). Ora, mentre la loro stagione sembra chiusa, sarebbe un vero guaio lasciarli cadere nel dimenticatoio, perché sono inviti alla vita, e hanno ancora molto da insegnarci. Ricordi che diventano presenza, come ci accade di renderci conto man mano che procede la lettura. Hanno uno stile essenziale, centrato su un messaggio fondamentale, accompagnato da brevi indicazioni di iniziative parrocchiali. I contenuti dell’annuncio di questi daze sono una scommessa e anche un po’ una provocazione”.

L’ULTIMO SALUTO

Don Paolo Molteni è stato parroco di Sauze di Cesana, di Sansicario e Rollieres. L’ultimo saluto lunedì 23 maggio alle ore 10 nella cattedrale di San Giusto a Susa. Dopo la cerimonia, la salma sarà portata nella sua amata Chiesa di San Restituto a Sauze di Cesana. Qui alle ore 12 si terrà la preghiera di suffragio, poi la sepoltura nel cimitero. Il rosario domenica 22 maggio a Susa in cattedrale alle ore 15.30 e a San Restituto a Sauze di Cesana alle ore 17.30.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.