Castello di Rivoli: incontro tra Edward Mukiibi e Otobong Nkanga Sabato 24 settembre ore 18

RIVOLI – Castello di Rivoli: incontro tra Edward Mukiibi e Otobong Nkanga (Comunicato MAC).

AL CASTELLO DI RIVOLI MUKIIBI E NKANGA

Nell’ambito della 14. edizione di Terra Madre Salone del Gusto, il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea organizza un incontro tra Edward Mukiibi, Presidente di Slow Food e l’artista Otobong Nkanga, moderato da Marcella Beccaria, Capo Curatore e Curatore delle Collezioni. L’incontro in lingua inglese affronta il tema della rigenerazione come rinnovamento necessario per una transizione ecologica. Nel caso di Slow Food, si tratta di una rigenerazione agroalimentare che parta dal cibo, dal miglioramento delle pratiche agricole, dei sistemi di produzione e distribuzione, dalle abitudini di consumo nelle città come nei piccoli borghi. La rigenerazione è pertanto un atto di responsabilità, di amore e di cura per il luogo ospitante, la nostra Terra Madre. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti per i possessori del biglietto d’ingresso al Museo. Acquista qui il biglietto.

GLI ARTISTI

Edward Mukiibi (Kisoga, Uganda, 1986, vive e lavora in Uganda) è Presidente di Slow Food. Agronomo e imprenditore sociale, si occupa di educazione nei settori agricolo e gastronomico e ricopre il ruolo di direttore esecutivo di Slow Food Uganda. Mukiibi è stato promotore del progetto Orti in Africa di Slow Food e una figura centrale nello sviluppo della rete Slow Food in Uganda. Otobong Nkanga (Kano, Nigeria, 1974, attualmente vive e lavora ad Anversa, Belgio) è considerata una delle artiste più interessanti del panorama contemporaneo. Ha studiato presso l’Università Obafemi Awolowo di Ile-Ife, in Nigeria, l’École Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi, la Rijksakademie van beeldendekunsten di Amsterdam, DasArts Amsterdam ed è stata premiata con una residenza al DAAD di Berlino.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.