Caselette: Villa romana in Valsusa, il calendario delle aperture Il tour guidato condotto da un archeologo

villa romana valsusa

CASELETTE – Valsusa, sarà possibile visitare la Villa Romana di Caselette per scoprire come vivevano i romani in Valle di Susa nel primo secolo d.C. Il tour guidato, condotto da un archeologo e dai volontari dell’associazione Ar.c.A di Almese, ti porterà alla scoperta dell’architettura e della cultura romana. Tornando indietro nel tempo sarà possibile entrare nelle stanze della villa che, insieme alla Villa Romana di Caselette, è uno dei più importanti complessi residenziali extraurbani di epoca romana in Piemonte. Le visite – gratuite e condotte da un archeologo supportato dai volontari – propongono un’immersione nell’archeologia per conoscere la storia, la cultura nel contesto della romanità in Val di Susa. Le Ville risalenti al I secolo d.C. circa, sono tra i più importanti complessi residenziali extraurbani di epoca romana in Piemonte.

GIORNATE DI APERTURA

• Domenica 10/04/2022 (h. 15,00 – 18,00) Fiera di San Giorgio
• Domenica 22/05/2022 (h. 15,30 – 18,30)
• Domenica 05/06/2022 (h. 16,30 – 19,30)
• Domenica 28/08/2022 (h. 16,30 – 19,30)

• Domenica 17/07/2022 (h. 16,30 – 19,30)
• Domenica 25/09/2022 (h. 10,00 – 12,30 // 14,30 – 18,00) XIII Giornata dell’Archeologia in Valle di Susa e
Giornata del Patrimonio Archeologico
• Domenica 23/10/2022 (h. 15,00 – 18,00)

LA VILLA ROMANA DI CASELETTE

La villa romana di Caselette è stata messa in luce soltanto in parte, a causa del differente stato di conservazione delle sue strutture. Si tratta, anche in questo caso, di una villa con funzioni residenziali. Costruita agli inizi dell’età imperiale (I secolo d.C.) e vissuta sino al collasso del sistema economico e politico romano (IV-V secolo d.C.). Per un dominus (o il suo procuratore) al centro di grandi proprietà terriere. Queste dovevano comprendere non solo le pendici montane, con i loro boschi e pascoli, ma anche porzioni di terreno pianeggiante. Il settore meglio conservato è quello settentrionale. Lì si dovevano concentrare gli ambienti residenziali e gli spazi di rappresentanza. Aperto verso il cortile sottostante con un colonnato in laterizio. Le strutture conservate appartengono allo zoccolo delle murature, realizzate in pietre legate con malta, mentre nella parte superiore dobbiamo immaginare un largo impiego di argilla cruda e legno. I pavimenti sono in battuto di malta con scaglie di opale. Alcuni degli ambienti individuati presentano tracce di impianti di riscaldamento a pavimento e piccole vasche, facendo pensare a un piccolo impianto termale.

L’ASSOCIAZIONE

L’associazione Ar.c.A, nata a luglio 2013, ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare il patrimonio storico, culturale, artistico, archeologico e paesaggistico di Almese. L’associazione è stata creata da un gruppo di volontari, alcuni dei quali sono impegnati nella gestione delle visite guidate in Valsusa alla Villa Romana di Almese e alla Villa Romana di Caselette. Proprio dalla necessità di sviluppare e potenziare la valorizzazione del sito archeologico di Grange di Rivera, è nata l’esigenza di dar vita a un progetto. Per le risorse storiche, architettoniche e archeologiche almesine, rappresentate dalla villa romana. Poi dar vita a iniziative che ne favoriscano la fruizione, sia dal punto di vista delle visite guidate, sia da quello dell’organizzazione di eventi. L’associazione vuole inoltre promuovere iniziative che contribuiscano alla conoscenza della storia di Almese e Caselette e dei personaggi che vi hanno lasciato traccia. Nonché eventi che possono spaziare dall’arte alla musica, dalla letteratura alla società, dall’ambito locale della Valsusa.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.