Carton Rapid Race: la barche di cartone e il turismo, intervista a Paolo De Marchis Due giorni di divertimenti e folla di visitatori in Alta Valsusa per la Carton Rapid Race

Carton Rapid RaceCarton Rapid Race

OULX – Carton Rapid Race: la barche di cartone e il turismo, intervista a Paolo De Marchis. Cartone, nastro adesivo e fantasia. poi ci vuole il fiume e una buona organizzazione. Ecco gli ingredienti della gara di barche di cartone che ogni anno attira migliaia di ragazzi e ragazze sul bardo della Dora Riparia. Da due anni la gara si è trasferita a Oulx, ne abbiamo parlato con il sindaco Paolo De Marchis. Sindaco, tu che insegni matematica, sei il più adatto a dare dei numeri.”Partiamo dal pubblico: 15 mila persone presenti nella giornata di domenica, poi i 10 mila Euro raccolti in beneficenza per Caritas di Oulx e Croce Rossa, 2.500 il numero delle persone presenti nella giornata di sabato, 1.000 il numero di goffres fatti dalla Pubblica Assistenza di Sauze d’Oulx per raccolta benefica, 719 i partecipanti alla gara, 320 i bambini partecipanti alla Paper Rapid Race 205 le barche in gara e infine 130 volontari – stagisti“.

CARTON RACE

Un tuo pensiero.”Una Carton Rapid Race che ha visto giovani e meno giovani invadere Oulx, in Alta Valle di Susa con tanto cartone, scotch e simpatici arrangiamenti coreografici che hanno spaziato dalla politica, alla geografia, all’ambientalismo: una imbarcazione contro il regime coreano, critiche a Trump, difesa degli animali e…tanti tanti giochi parole in piemontese; ma ha vinto la tradizione ed il simbolo di Torino, il suo monumento più famoso…la Mole. Una barca che per circa 400 metri è discesa dalla Dora con un equipaggio proveniente da Carignano“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!