Bussoleno: pronto il piano per lo sgombero della neve Coperto l’intero territorio comunale, che va dalle borgate Falcemagna-Argiassera ai Ballai-Tignai-Meitre

spazzaneve

BUSSOLENO – Il comune di Bussoleno si appresta a far fronte ai disagi causati alla viabilità per il cattivo tempo e la neve. Il  “piano neve” si sviluppa con un appalto triennale che va dalla stagione 2018-19 alla 2020-21. Il lavoro viene diviso in quattro aree-settori di sgombero neve e due settori di salatura. L’intero territorio comunale, che va dalle borgate Falcemagna-Argiassera ai Ballai-Tignai-Meitre, viene così coperto e suddiviso. Questo sezionamento dà la possibilità di avere, vista la vastità del territorio, almeno quattro mezzi contemporaneamente che liberano la viabilità. In contemporanea o in modo separato e preventivo è possibile invece avere una salatura del manto stradale. Allo stesso modo i marciapiedi più utilizzati e gli accessi alle strutture pubbliche vengono liberati e resi accessibili.

LE STRADE GESTITE DALLA CITTA’ METROPOLITANA

La Strada Provinciale 24, la Strada Statale 25, via Rocciamelone a Foresto e via Mattie dal semaforo verso monte, vengono invece gestiti da ANAS e Città Metropolitana di Torino. Gli interventi verranno gestiti direttamente dal personale reperibile dell’area tecnico manutentiva dell’ufficio tecnico comunale. Questo si attiverà per organizzare l’uscita delle ditte e il corretto svolgimento dell’appalto. Fin qui tutto bene ma è buona cosa sottolineare alcuni punti critici al fine di affrontare serenamente un inverno in un comune che, fino a prova contraria è un comune alpino.

I CITTADINI

Spiega l’assessore Francesco Richetto. “Quali sono le difficoltà del comune? Ogni anno per comuni come il nostro diventa sempre più difficile reperire le risorese necessarie a coprire i percorsi necessari. Le ditte hanno sempre meno voglia di avventurarsi in un appalto difficile che richiede tempo, molta reperibilità e mezzi sempre più costosi. La neve arriva insieme su tutto il territorio e molte aziende preferiscono appalti di sgombero più semplici.

Molti giovani che provano ad avvicinarsi al mondo del lavoro faticano a partecipare ad appalti di questa portata e responsabilità. Che cosa possono fare dunque i cittadini? In caso di nevicate valutare attentamente gli spostamenti che vanno ridotti al necessario sia a piedi che in auto. Dotarsi di un abbigliamento adeguato con calzature invernali che prevengano gli scivolamenti. Sostituire gli pneumatici degli autoveicoli entro il 15 novembre come segnalato dalle circolari e portare a bordo le catene da neve. Attendere e agevolare ove possibile il passaggio dei mezzi sgombraneve. Segnalare se necessario eventuali criticità o emergenze“.