Crea sito

Avigliana, lo statuto dell’associazione per arrivare al riconoscimento Unesco alla Sacra non passa in Consiglio Comunale Lo statuto associativo proposto presentava diversi errori di forma segnalati delle opposizioni

Avigliana, Consiglio Comunale

AVIGLIANA – Si tratta di forma e non del contenuto. Nell’ultimo consiglio comunale l’amministrazione ha proposto l’approvazione dello statuto dell’Associazione Terre di Sacra. Il sindaco ha spiegato sono che coinvolti in questo progetto i comuni di Sant’Ambrogio, Avigliana, Chiusa di San Michele, l’Unione Montana Valsusa e diverse associazioni. Un gruppo di lavoro che si trasforma in associazione per arrivare, questo l’obiettivo, alla certificazione Unesco per la Sacra di San Michele. Sull’idea e sulla gestione attraverso un’associazione tutto il Consiglio si è detto favorevole, sulla forma dello statuto proposto invece c’è stata una puntualizzazione che ne ha di fatto bloccato l’approvazione.

UN DOCUMENTO IMPRECISO DA RIVEDERE

Il consigliere d’opposizione Angelo Roccotelli con una disamina precisa e puntuale ha elencato tutte le manchevolezze del documento. “E’ sicuramente una buona iniziativa, che condivido, ma non è accettabile che in Consiglio Comunale venga presentato un documento impreciso, non registrabile e con dubbi su molti punti”. Roccotelli ha precisato che gli aspetti tecnici del documento, ora in bozza, sembra più un testo per una fondazione che per un’associazione e ha espresso tutte le perplessità. Toni Spanò: “Un documento così doveva essere condiviso in Commissione prima di arrivare in Consiglio Comunale, rimane il dubbio che l’amministrazione neppure l’abbia letto”. Simona Falchero: “Bisogna rivedere questo statuto quando sarà riscritto con una forma corretta, il progetto è importante e bisogna anche da questi atti partire nel modo migliore”.

BISOGNERA’ PRESENTARLA ENTRO IL 5 AGOSTO

Spiega il sindaco di Sant’Ambrogio Dario Fracchia, capo fila della qualifica Unesco per la Sacra di San Michele: “Quella proposta nei consigli comunali era una bozza che andrà scritta in modo definitivo entro il 5 agosto. Una bozza visionata anche dagli uffici della Regione. Avigliana ha ritenuto di ripresentarla in un futuro Consiglio e nulla cambia della sostanza e della sua efficacia. Il lavoro che abbiamo svolto fino ad oggi in sinergia con gli latri comuni e gli enti sovracomunali è importante per tutto il territorio”.