A Ferrera Moncenisio alla scoperta della antiche miniere

moncenisio

MONCENISIO – A Ferrera Moncenisio alla scoperta della antiche miniere.

LE ANTICHE MINIERE DI FERRERA MONCENISIO

Nelle Alpi occidentali la storia della metallurgia è una lunga storia non sempre compiutamente esplorata tra Savoia e Delfinato nel Medioevo, dove l’attività estrattiva fu molto intensa, come testimoniano i dati documentali, ecco il Moncensio. Con questa premessa si è svolto presso la sala conferenze dell’Ecomuseo Terre di Confine a Moncenisio una tavola rotonda di archeologia mineraria. L’appuntamento si è svolto sabato 30 settembre. È stata l’occasione per parlare di Miniere ai tempi della Savoia e del Delfinato (XI-XIV secolo). La manifestazione è organizzata in collaborazione con diversi altri enti ed ha avuto la presenza di tre relatori francesi, attivi da decenni in siti di grande interesse poco distanti dalla frontiera italiana. Prima i partecipanti hanno visito il sito archeo-siderurgico citato nei documenti del XIII-XIV secolo.

IL SINDACO CARENA

Spiega il sindaco di Moncenisio Mauro Carena. “Si tratta di un giro a piedi a valle di Ferrera Moncenisio, da percorrere su mulattiera. Uno spazio tra storia e attività di montagna che lega il passato al presente in chiave turistica e culturale”. L’inizio dei lavori, nella sala conferenze dell’Ecomuseo è stato anticipato dai saluti delle autorità con l’introduzione Saluto del Sindaco del Comune di Moncenisio Mauro Carena, del Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Torino Lisa Accurti. Hanno poi relazionato il Presidente di AÍPSAM Maurizio Rossi Interventi e Deborah Rocchietti della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Torino. Poi ecco Marie Christine Bailly-Maître del Centro Nazionale di Ricerche Scientifiche e Bruno Ancel del Service Culturel de la Ville de l’Argentière la Bessée. Hanno concluso Anna Gattiglia e Gerad Bonnamour con Maurizio Rossi e Luca Patria.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.