A 60 anni dalla prima edizione torna a luglio la Cesana Torinese-Sestriere Sarà da venerdì 9 a domenica 11 luglio

marin

CESANA TORINESE – L’appuntamento per i cultori dell’automobilismo sarà da venerdì 9 a domenica 11 luglio tra Cesana e Sestriere. Una corsa in salita che in sessant’anni ha scritto pagine memorabili della storia dell’automobilismo sportivo. Grazie a piloti del calibro di Lodovico Scarfiotti, Arturo Merzario, Mauro Nesti, Stefano Di Fulvio e Uberto Bonucci. In memoria del compianto Bonucci Ugurgeri della Berardenga è stata intitolata la trentanovesima edizione della corsa. È valida per i campionati italiano ed europeo. La Cesana Sestriere venne organizzata per la prima volta nell’agosto 1961 dal presidente e dal direttore dell’Automobile Club Torino dell’epoca. Emanuele Nasi e Marcello Farina la organizzarono per celebrare il centenario dell’Unità d’Italia con un evento sportivo di rilevanza internazionale. Svolta proprio mentre Torino ospitava l’Expo Italia ‘61.

LA CESANA SESTRIERE

Disputata fino al 1973 e sospesa in seguito alla prima crisi petrolifera, la Cesana Sestriere è tornata nel 1981. Per poi essere nuovamente sospesa dal 1992 al 2006. Dal 2007, anche e soprattutto grazie ai lavori di messa in sicurezza del tracciato curati dalla Provincia di Torino prima e dalla Città metropolitana a partire dal 2015, la corsa è tornata ad essere un evento che richiama a Cesana e a Sestriere grandi folle di appassionati e di turisti. Il Covid ha costretto gli organizzatori ad annullare l’edizione 2020, ma per quest’anno, nel 160° anniversario dell’Unità d’Italia l’Automobile Club Torino, il suo presidente Piergiorgio Re e il consigliere delegato alle attività sportive Giancarlo Quaranta, sono ben decisi a rilanciare la sfida, coinvolgendo gli enti pubblici e gli sponsor che da sempre sostengono la Cesana Sestriere.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.