Villar Dora: all’Agrimercato La Pagoda i piccoli produttori del territorio Tramite la piattaforma www.alvearechedicesi.it

verdura

VILLAR DORA – Villar Dora: all’Agrimercato La Pagoda i piccoli produttori del territorio (Alverare Sì).

ALLA PAGODA DI VILLAR DORA ALVEARE CHE DICE SI

Un nuovo modo per promuovere la filiera corta e permettere a tutti di acquistare prodotti locali utilizzando internet e la sharing economy: questa l’idea alla base de L’Alveare che dice Sì!, che l’11 novembre alle 17.30 inaugura il primo Alveare della Valsusa a Villar Dora. Ad ospitare ogni settimana le distribuzioni sarà l’Agrimercato La Pagoda. L’Alveare che dice Sì! è il progetto che sta diffondendo in Italia un modello di acquisto etico e sostenibile. Tramite la piattaforma  www.alvearechedicesi.it, chiunque può fare la propria spesa direttamente dai piccoli produttori del territorio sostenendo così l’economia locale e il consumo di prodotti freschi, genuini e a chilometro zero. La rete degli Alveari ha già conquistato più di 160.000 consumatori su tutta Italia, e l’11 novembre inaugura un nuovo punto a Villar Dora, il primo in Valsusa.

LA PIATTAFORMA WEB

L’Alveare che dice Sì! è una piattaforma online che permette una distribuzione più efficiente dei prodotti locali, per dar vita a un modello di impresa sociale: la piattaforma di vendita favorisce infatti gli scambi diretti fra agricoltori locali e comunità di consumatori, che possono vendere online e ritrovarsi una volta alla settimana in mercati temporanei a Km 0, conosciuti come Alveari. Ad oggi sono più di 250 gli Alveari presenti in Italia, e 3000 i produttori che li riforniscono.

A VILLAR DORA

Il luogo che, dall’11 novembre, ospiterà la distribuzione settimanale della spesa è l’Agrimercato La Pagoda, dove ogni venerdì la gestrice Marina accoglierà i membri del suo Alveare insieme ai produttori. Sono già più di 15 le piccole aziende locali che si sono iscritte all’Alveare, proponendo un’offerta di prodotti molto varia: frutta, verdura, carne di manzo e di pollo allevata all’aperto, formaggi e uova ma anche pane casereccio, succhi di frutta, conserve e vino. I produttori associati sono stati selezionati nel pieno rispetto del chilometro zero: distano infatti in media 21 km dall’Alveare. L’11 novembre a partire dalle 17.30, la gestrice e i produttori dell’Alveare si presenteranno con una piccola degustazione inaugurale aperta a tutti, iscritti e non. È possibile iscriversi gratuitamente all’Alveare della Valsisa a questo link.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.