Valsusa: sei comuni uniti per un bando da 5 milioni di euro su progetti di socialità e urbanistica Condove, Caprie, Chiusa di San Michele, Sant'Ambrogio, Vaie e Sant'Antonino spiegano

condove bando

systema 1

CONDOVE – A Condove, presso la biblioteca, i sindaci di sei comuni della bassa Valsusa hanno spiegato la loro partecipazione comune ad un bando ministeriale del valore di 5 milioni di euro. Si tratta di Condove, Caprie, Chiusa di San Michele, Sant’Ambrogio, Vaie e Sant’Antonino che hanno congiuntamente collaborato alla partecipazione di questo progetto che vede più di sei progetti territoriali uniti dal medesimo intento: la riqualificazione urbanistica di alcune aree da utilizzare per temi sociali e di aggregazione anche in funzione turistica e culturale. Ad accogliere è il sindaco di Condove Jacopo Suppo e l’assessore Riccardo Beltrame, estensore del protocollo. “Questo progetto comune oltre portare finanze per progetti funzionali è anche un approccio alla collaborazione tra comuni vicini, una nuova visione d’approccio anche per il futuro amministrativo” ha spiegato Suppo. A Condove si pensa all’area del campo sportivo.

UN BANDO PER SEI COMUNI IN BASSA VALSUSA

Susanna Preacco da Sant’Antonino. “La vicinanza tra comuni è stata tra gli elementi positivi della partecipazione al bando. Questo non era un dato scontato, ma è stata una scelta condivisa in una visione futura. Noi partecipiamo con un progetto legato a Piazza don Cantore dal valore di 1 milione e 200 mila Euro. Si tratta di un edificio che avrebbe come uso le attività giovanili”. Da Sant’Ambrogio Antonella Falchero. “Bene, anzi benissimo, questo atteggiamento di collaborazione, unico sistema per noi di partecipare al bando. Noi pensiamo al Centro Storico e ad una nuova Piazza Baden Powell, uno spazio aperto per i giovani che vogliamo presentare ai tutti i cittadini, per raccogliere idee e consigli“. Per Sant’Ambrogio si tratterebbe di un impegno da 1 milione e 200 mila euro.

PROGETTI PER LA SOCIALITA’ E IL TERRITORIO

Fabrizio Borgesa, sindaco di Chiusa di San Michele. “Il nostro comune accusa la sua piccola dimensione. È un bene unire le forze per questi bandi. Una soluzione che dovrà diventare sempre più ricercata. Per il nostro comune l’idea è rigenerare l’area verso il Pirchiriano tra sport, territorio e socialità. Si tratterebbe di un impegno da 400 mila euro“. A Vaie si pensa alla socialità dei ragazzi adolescenti tra sport e attività comuni in un’area verde del paese. Spiega Enzo Merini. “Noi abbiamo l’esigenza di avere uno spazio per quella fascia di età che non va più al parco e non può ancora uscire dal comune. Questa comunione di progetti con i comuni vicini è un segno anche amministrativo che va sottolineato“. Gian Andrea Torasso, da Caprie. “Noi pensiamo all’area sportiva anche con il secondo piano dell’edificio dove c’è la palestra di roccia al coperto, più spazio ai giovani e agli sportivi per una spesa di circa 600 mila euro”. La partecipazione al bando c’è, condivisa in ogni Consiglio Comunale, adesso dovrà trovare spazio nell’elenco nazionale, poi essere finanziato. A giugno si saprà, intanto c’è da registrare, ed è una nota sia politica che amministrativa, i comuni si associano in progetti dopo averlo fatto in alcuni servizi.

NOTIZIE DELLA VALSUSA, VAL SANGONE E CINTURA DI TORINO

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.