Valsusa: dal 15 febbraio possono riaprire gli impianti di sci, c’è l’ok del Comitato Tecnico Scientifico Incontro in Regione per le compensazioni

VALSUSA – La stagione dello sci potrà riprendere, nelle Regioni gialle il 15 febbraio. Finalmente. Si va verso una possibile normalità e ripresa: il settore turistico può ripartire. Tutti siamo consapevoli della crisi gravissima che la montagna vive, tante categorie hanno visto fatturati azzerati. Spiegano da UNCEM. “Ora si può ripartire, con buon senso, regole chiare e impegno di tutti. Attendiamo di vedere i documenti del CTS ma siamo sempre stati convinti che le proposte delle Regioni per il contingentamento degli accessi sulle piste e in seggiovie e cabinovie fossero adeguate per la fase che stiamo rivivendo. Ripartiamo in montagna dopo le crociere, come molti hanno osservato. Ma finalmente ripartiamo. E aspettiamo i ristori. Con il nuovo Governo la montagna dovrà tornare al centro delle politiche per il Paese. “Il turismo invernale è indubbiamente un pilastro dello sviluppo delle Alpi e degli Appennini”.

RAPRONO IMPIANTI MA SERVE MOBILITA’ TRA REGIONI

Afferma, in una nota, la deputata di Forza Italia, Daniela Ruffino. “Il via libera del Cts all’apertura degli impianti da sci nelle regioni in zona gialla ed è una attesa notizia. Il comparto, già in grossa sofferenza per le troppe settimane di chiusura forzata, potrà godere dei benefici delle aperture solo se chi di dovere consentirà anche il transito tra le regioni. Sarà la mobilità, appunto, la chiave di volta per garantire la piena funzionalità delle strutture. Aprire gli impianti è una grande boccata d’ossigeno per un settore in profonda crisi, che per altro non ha beneficiato come avrebbe dovuto del sistema dei ‘ristori’ previsto dal governo dimissionario. Sta per aprirsi una nuova fase – conclude –, l’auspicio è che finalmente tutto possa essere gestito nel migliore dei modi, coniugando sicurezza sociale e garanzie imprenditoriali”.

INCONTRO IN REGIONE

Intanto oggi la Regione Piemonte ha incontrato i rappresentanti di ARPIET, l’associazione che rappresenta le stazioni sciistiche piemontesi. Nella riunione di oggi abbiamo definito criteri chiari per sostenere, con le risorse stanziate nel bilancio regionale, tutto il mondo turistico della neve che in Piemonte è un settore trainante ed irrinunciabile. Spiace tuttavia riscontrare che, nonostante i tanti solleciti e al di là delle dichiarazioni di intenti, da Roma non ci siano ancora certezze su stanziamenti e modalità di ristoro per questo mondo.
regione

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Valsusa. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.