Crea sito

Una parte dei sindaci della bassa Valsusa sollecita l’incontro con il Governo sulla TAV La richiesta è di avviare una nuova fase di confronto tra Governo e Amministrazioni Locali

BUSSOLENO – La conferenza di parte dei sindaci della bassa Valsusa, mancano alcuni comuni fondamentali, ha inviato una lettera al Governo sulla TAV. Nella missiva si chiede un incontro per discutere sulla realizzazione della linea ferroviaria Torino-Lione. Scrivono i primi cittadini. “Il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica ha assunto decisioni in base agli accordi internazionali stipulati tra Italia e Francia e ratificati dai rispettivi Parlamenti. I programmi di realizzazione dell’opera prevederebbero un coinvolgimento estremamente significativo del territorio della Valle di Susa. Pur essendo trascorsi molti anni dall’avvio dell’iter progettuale, l’attuazione concreta di tali programmi continua a presentare una lunga serie di gravi criticità dal punto di vista procedurale, progettuale e dell’impatto sulla vita e l’economia delle comunità locali nonché sugli ecosistemi naturali“.

INCONTRO CON IL GOVERNO ITALIANO PROGETTO TORINO-LIONE

Come già in precedenza, torniamo a segnalare l’urgenza di verificare le criticità evidenziate, tra cui l’attuazione degli accordi internazionali Italia-Francia, con particolare riferimento alla reale disponibilità delle quote di finanziamento complessivo dell’opera da parte dei due Stati, ad oggi ancora indefinita. L’effettiva disponibilità del contributo europeo al finanziamento complessivo dell’opera, ad oggi non ancora stabilito. La gestione dei fondi europei già stanziati per le attività preliminari dell’opera, in larga parte inutilizzati come evidenziato dalla Corte dei Conti Europea. La Sezione Transfrontaliera (Tunnel di Base) per quanto concerne la verifica delle tempistiche attualmente ipotizzate per l’avvio e la messa in esercizio, alla luce dei notevoli ritardi indicati dalla Corte dei Conti Europea”. Con questi molti altri argomenti.

AL GOVERNO

Concludono i sindaco. “A prescindere da quali siano le posizioni reciproche, riteniamo ineludibile e urgente una riflessione seria intorno al progetto Torino-Lione. Alla luce degli elementi e delle considerazioni sin qui esposti, in qualità di Amministratori della Val Susa sollecitiamo il Governo Italiano, il Governo Francese e l’Unione Europea.  A tale proposito, rinnoviamo la richiesta di incontro formale al Governo Italiano con una nostra delegazione, già avanzata lo scorso 11 novembre 2019 nei confronti dei Ministri delle Infrastrutture e dell’Ambiente e alla quale finora non vi è stato alcun riscontro“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!