Crea sito

TAV in Valsusa, la UE conferma: pronti a finanziare fino al 55% dei costi Il lavoro di scavo, tra Saint Martin La Porte e Susa, attualmente in costruzione ha un costo di 8,6 miliardi

Francia, il cantiere del TAV

CHIOMONTE – L’Unione europea è disponibile ad aumentare la sua partecipazione al finanziamento della linea ad alta velocità tra Torino e Lione fino al 55% dei costi per la realizzazione del tunnel di base e l’intera tratta transfrontaliera. La conferma ufficiale è arrivata martedì 4 giugno da Iveta Radicova, coordinatrice del Corridoio mediterraneo europeo nel corso dell’intervento all’assemblea generale di Transalpine. Il lavoro di scavo, tra Saint Martin La Porte e Susa, attualmente in costruzione, ad oggi è finanziato al 40% dall’UE; il suo costo stimato è di 8,6 miliardi di euro.

IL GOVERNO RIBADISCE IL SI ALLA TAV

Proprio nei giorni scorsi, il vicepremier Matteo Salvini, all’indomani del successo della Lega alle elezioni europee e dell’elezione di Alberto Cirio come presidente della Regione Piemonte, da sempre favorevole al completamento della TAV,  è tornato sull’argomento dichiarando che “se l’Europa sarà disponibile ad aumentare la propria partecipazione l’alta velocità Torino-Lione si farà” mettendo al centro dell’azione di governo il tema della linea ad alta velocità tra Torino e Lione.