Simona Martini, la parrucchiera di Buttigliera Alta che dona i capelli alle donne malate di cancro Collabora con la Onlus "Un angelo per capello" che si occupa di raccogliere i capelli poi lavorati e raccolti in parrucche

Simona Martini

BUTTIGLIERA ALTA – Si parla di donne, si parla di generosità e bontà. Simona Martini è la parrucchiera di Buttigliera Alta che dona i capelli alle donne malate di cancro. Spieghiamo meglio. Non c’è giorno migliore dell’8 marzo per raccontare un’iniziativa davvero pregevole. Protagonista è Simona Martini, una professionista dell’hair styling, ma soprattutto una donna dal cuore grande. Nel suo Salone di acconciature e bellezza “Semplicemente Simona Martini“, a Buttigliera Alta, infatti da circa tre anni accoglie le donne che desiderano donare i capelli per le donne malate. Simona collabora con la Onlus “Un angelo per capello” che si occupa di raccogliere i capelli che verranno poi lavorati e raccolti in parrucche.

IL PROGETTO

Simona Martini ha dunque aperto le porte del suo Salone di Buttigliera Alta a tutte le donne che hanno deciso di collaborare al progetto. Spiega. “Circa tre anni fa sono venuta a conoscenza di questa iniziativa da una cliente che mi chiese di tagliarle i capelli per donarli a ragazze e donne oncologiche. Mi sono da subito interessata al progetto “Un angelo per capello” e ho scelto di omaggiare il taglio alle donne che vengono nel mio Salone per contribuire alla causa. Poi col passare dei mesi sono state sempre di più le donne che hanno saputo di questa possibilità e si sono offerte. Sono contenta che molte di queste siano giovani ragazze, anche perché i loro capelli sono molto belli, in quanto ancora naturali“.

DONARE UN SORRISO

In questi lungo anno di pandemia e periodi di chiusure forzate – prosegue Simona – per forze di cose il periodo di taglio dei capelli si è allungato. Molte donne sono venute in Salone con lunghezze importanti, e magari mai avute prima, che si prestano al taglio per la raccolta dei capelli. Molte di loro hanno scelto di donarli, un gesto che ogni volta ci emoziona e tanto più in questo periodo difficile per tutti. Ovviamente sono donne che rimangono anonime, ma che dimostrano di avere un cuore grande. Sapere che si fa felice qualcuno, e che un gesto così semplice possa aiutare donne che stanno lottando, è sempre un’emozione. E oggi 8 marzo è proprio l’occasione giusta per far sapere che c’è questa possibilità che può ridare sorriso e speranza a una donna in più“. Dunque se prima i capelli tagliati venivano gettati via oggi, grazie alla semplicità di un gratuito gesto, si trasformano in una forma di aiuto concreto per ridare un’immagine che è anche sicurezza e coraggio positivo ad affrontare la malattia.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda.