Sestriere e la Regione Piemonte hanno presentato la candidatura ai Mondiali FIS di Sci Alpino del 2029 La sintesi dei costi a sostegno del progetto ammonta ad un totale di 190 milioni di euro

marin

SESTRIERE – Casa Italia FISI a Cortina ha accolto con entusiasmo la presentazione della candidatura di Sestriere e della Regione Piemonte ai Mondiali FIS di Sci Alpino del 2029. Venerdì 19 febbraio, a due giorni dalla fine dell’edizione 2021 sulle piste all’ombra delle Tofane, è stato svelato il dossier di candidatura per riportare ai 2035 metri d’altitudine del Colle Sestriere. L’evento mondiale dopo la magica edizione ospitata nel 1997. Il sindaco di Sestriere Gianni Poncet, l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Fabrizio Ricca. Insieme al consigliere regionale Valter Marin, ed Evelina Christillin, testimonial d’eccezione, sono stati accolti dal sindaco di Cortina, Gianpietro Ghedina e da Flavio Roda. Presidente FISI, che ha appoggiato con favore la candidatura presentata per il 2029.

IL SINDACO PONCET

Una candidatura di prestigio per l’Italia dello sci alpino, che viene da un territorio ad alta vocazione sportiva e con una lunga tradizione di eventi spettacolari. Come i Mondiali del ‘97 e i Giochi Olimpici del 2006. La Federazione naturalmente supporta la candidatura e farà quanto possibile per farla avanzare in modo positivo”. Ha dichiarato di Flavio Roda. “Sono veramente soddisfatto – ha spiegato Gianni Poncet – per questa candidatura Sestriere/Piemonte 2029 innanzitutto perché in questo difficile momento rappresenta un forte segnale di ottimismo che deve riportare Sestriere a rivivere le forti emozioni delle Olimpiadi del 2006. Inoltre utilizzando questo canale si potranno rinnovare le strutture logistiche e tecniche esistenti, lanciando una grande campagna di promozione che riporti sulle Montagne Olimpiche turisti da tutto il mondo”.

IL DOSSIER “SESTRIERE/PIEMONTE 2029”

La candidatura ha come punti di forza Sestriere, un comune nato per lo sci alpino e il Piemonte, candidata “Regione Europea dello Sport 2022”. Un binomio che ripropone la “games experience” alla base dello straordinario successo, riconosciuto a livello internazionale, ottenuto in occasione dei Giochi Olimpici Invernali e le Paralimpiadi del 2006, eventi che proiettarono nel mondo una nuova immagine della Regione Piemonte aprendo nuovi scenari sportivi, turistici e culturali. Sestriere: un comune nato per lo sci alpino a quota 2035 d’altitudine. Costituito nel 1934 è stato sviluppato in funzione dello sci alpino, ben strutturato e capace di ospitare impeccabilmente eventi di portata mondiale come i Mondiali di Sci del 1997, Le discipline di sci alpino delle Olimpiadi e Paralimpiadi invernali del 2006 che hanno fatto la storia e 60 gare di Coppa del Mondo,di cui l’ultima nel 2020.

GLI IMPIANTI

La zona Alpette, situata a Sestriere Colle, sarà utilizzata per lo svolgimento delle discipline tecniche femminili e maschili dello sci alpino. Le piste interessate saranno la Kandahar Alberto Agnelli per lo Slalom Speciale e per il Team Event e la Sises2 per lo Slalom Gigante. Diversi gli interventi previsti riducendo al minimo i movimenti terra e ricorrendo a inerbimenti secondo le tecniche più avanzate a salvaguardia del territorio. Si va dall’ampliamento e ristrutturazione della casetta di arrivo/cronometraggio. Alla copertura della scala di accesso al parterre. Passando per la sostituzione dell’impianto di innevamento piste, il prolungamento dell’impianto di illuminazione notturna di gara. Cn 16 lampioni e sostituzioni corpi illuminanti full led. E poi ancora la sostituzione della seggiovia Cit Roc con una nuova 6 posti ad ammorsamento automatico e il rifacimento della sciovia Sises.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!