Crea sito

Le scuole dell’alta Valsusa hanno festeggiato la Giornata Mondiale della Gentilezza di ALESSIO CASULA

oulx scuola(foto Alessio Casula)

OULX – Le bambine e i bambini della Direzione Didattica Lambert dell’alta Valsusa insieme ai loro insegnanti il 13 novembre hanno celebrato la Giornata Mondiale della Gentilezza. La fantasia e il sorriso, insieme alla riflessione sul significato profondo dell’iniziativa, hanno guidato i lavori dei tanti diversi plessi di cui si compone la scuola. Ed è così che a Sestriere, dopo un primo brainstorming in classe sul senso della gentilezza e sulle azioni da compiere per dimostrarla. Ogni bambino è stato chiamato a scrivere su una foglia il suo pensiero e pian piano è così cresciuto un grande albero frondoso, colorato dall’estro e dai pensieri di tutti i bambini. La Dirigente Scolastica Barbara De Bernardi si è detta molto soddisfatta per questi progetti e assicura che nel calendario ci sono molti altri eventi che renderanno molto partecipi i suoi piccoli alunni della Primaria.

A SAUZE E OULX

A  Sauze d’Oulx sono invece fioriti fiori di carta. Diventati mazzi di parole gentili e sono state idealmente spedite tante “cartoline della gentilezza”, autocostruite dai bambini e consegnate in giornata a una persona cara. A Oulx cartelloni, scambi di lettere fra compagni, carnet di buoni per aiuti, abbracci e coccole speciali hanno riempito la giornata, ulteriormente addolcita dalla consegna a tutti i bambini di una bustina di zucchero contro il bullismo, da parte della Dirigente, che ha riflettuto con i suoi giovani allievi su quanto lontano siano le azioni di prepotenza dalla quotidiana pratica della gentilezza.

oulx scuola

(foto Alessio Casula)

A BARDONECCHIA

Anche a Bardonecchia, le scuole alta Valsusa per la Giornata della Gentilezza, le lezioni nella giornata più gentile sono state dedicate al tema. E’ stato costruito un sole sfavillante pieno di luminose idee su come vivere, non solo per un giorno, ma per tutto l’anno, l’esperienza della gentilezza  e non è mancata una visita speciale in biblioteca. A far vista a Manuela, che lì lavora, che ha raccontato ai bambini la propria storia, vincendo la timidezza che ogni tanto ha il sopravvento quando parla in pubblico.

I giovani studenti hanno riassunto così l’incontro. “Manu ci ha esortati a essere gentili e pazienti con chi ha qualche difficoltà; abbiamo capito che non dobbiamo aver timore ad avvicinarle o a rapportarci con loro. Bisogna rispettare e valorizzare ogni persona, perché tutti siamo forti in qualcosa e abbiamo bisogno di aiuto in altre. Infine Manu ci ha insegnato a realizzare una farfalla con la tecnica degli origami: è una vera campionessa! Abbiamo trascorso dei bellissimi momenti insieme e Manu ci ha confidato che questi incontri la affaticano un po’, ma le piacciono un sacco! Non vede l’ora di ripeterli!  Grazie anche ad Anna, che ci accoglie sempre con il sorriso.”