Sant’Antonino un dibattito sulla resistenza e la libertà in Iran E’ stata inoltre allestita un’interessante mostra fotografica

Ferramenta GMC

S.ANTONINO – Si è svolto a Sant’Antonino un dibattito sulla resistenza e la libertà in Iran. Di fronte ad un pubblico interessato e numeroso, incontro pubblico organizzato dall’Associazione Iran Libero e Democratico, con il patrocinio ed in collaborazione con l’Unione Montana Valsusa, il Comune di Sant’Antonino e l’A.N.P.I. Sant’Antonino-Vaie. L’incontro è stato introdotto dal Sindaco di Sant’Antonino Susanna Preacco, seguito da quello di Pacifico Banchieri, Presidente Unione Montana Valle Susa ed Elisabetta Serra, Presidente A.N.P.I. Sant’Antonino e Vaie. Hanno partecipato al dibattito Tullio Monti, Presidente dell’Associazione Iran Libero e Democratico”.  Yoosef Lesani, vicepresidente dell’associazione, Loredana Biffo, giornalista e scrittrice nonché profonda conoscitrice dell’Iran e Valter Coralluzzo, professore di Scienze Politiche all’Università di Torino.

A SANT’ANTONINO

E’ stata inoltre allestita un’interessante mostra fotografica sui crimini del regime iraniano; la serata è stata introdotta da un filmato sulla rivolta del popolo iraniano. Quindi infine, è stato presentato il libro sulle donne nella resistenza iraniana “Granelli di Sabbia”, edito dalla Celid, dell’autrice citata. Sono stati presentati integralismi vigenti tuttora in Iran. Fondato su vecchi patriarcati, l’Iran è il “paese delle crisi”. Una donna, Maryam Rajavi, è a capo del movimento politico di opposizione all’oscurantismo del governo teocratico degli Ayatollah, instaurato dalla Rivoluzione islamica di Khomeini. In primo piano nella lotta contro l’integralismo è la questione femminile, le violazioni dei diritti umani e il ruolo del regime nell’ambito del terrorismo internazionale.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

adesso si