Sant’Antonino: il Giorno della Memoria raccontando delle tre famiglie che salvarono undici ebrei La partecipazione segna un momento di memoria e riflessione

Golia banner

S.ANTONINO – Sant’Antonino per il Giorno della Memoria propone due iniziative. La prima è web, un video ricordo, che nell’impossibilità della partecipazione segna un momento di memoria e riflessione. Il secondo vedrà protagonista il presidente dell’Unitre Piero Del Vecchio alla Scuola Secondaria. Nel cortile, per evitare contatti e mantenere il distanziamento anti Covid, il professore ricorderà la vicenda delle famiglie di Sant’Antonino elette benemerite del paese. Queste tra  il 1944 e il ’45 contribuirono attivamente a nascondere, e a salvare così dalle deportazioni nazi-fasciste, undici ebrei che avevano cercato riparo in paese dopo la fuga da Torino. Tutto si svolse in Borgata Cresto. Erano undici ebrei clandestini, cercati già dopo l’emanazione delle leggi razziali del 1938, e ricercati dai tedeschi dopo l’8 settembre del 1943. Persone che se trovate avrebbero trovato al loro fine in qualche campo di sterminio.

LA STORIA

Al Cresto, frazione di Sant’Antonino hanno abitato per mesi tre famiglie di ebrei. I Frapolli ospitati da Luigina Pent. Poi i Pescarolo, Gabriele e la moglie Elvira Silvis, la sorella Angela, Giuseppe Malanetto e Maria Pescarolo. Quindi Piercarlo Calvi, la moglie con il figlio Giorgio. Le famiglie Pescarolo e Calvi vennero ospitate nella grande Villa San Carlo, allora di proprietà della Diocesi di Susa. Tutti riuscirono a salvarsi grazie agli abitanti della borgata che li nascosero e mai li denunciarono anche a rischio della loro vita. Una catena di solidarietà che coinvolse in particolar modo tre famiglie di Sant’Antonino. Una storia che rende importante il ricordo e che rende onore a tutta la città. Dopo la guerra i Pescarolo trovarono una sistemazione modesta a None. Della famiglia Calvi si è saputo più nulla. I Frapolli tornarono a Torino.

cresto

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!