Sant’Antonino, Borgone e Villar Focchiardo in marcia per l’acqua Si è svolta la 4ª edizione del Walking for Water

BORGONE – Sabato 7  maggio si è svolta la 4ª edizione del Walking for Water. Una camminata per raccogliere fondi da destinare alla costruzione di pozzi nei villaggi in Kenia. I partecipanti si sono dati appuntamento nel cortile della Scuola Secondaria di Sant’Antonino, a Borgone e al salone polivalente di Villar Focchiardo. Canti, e poesie e racconti per parlare di una risorsa preziosa di cui si abusa. Il sindaco Susanna Preacco ha ringraziato i partecipanti: “Oggi l’Istituto Comprensivo ha realizzato la sua quarta “Walking for Water” per ricordare come l’acqua sia un bene primario e di tutti. Tanti i partecipanti che, con il colore blu, hanno ricordato l’acqua preziosa e indispensabile, da curare e mantenere; l’importanza dell’acqua. Grazie ai comuni dell’Istituto Comprensivo che hanno sempre sostenuto l’iniziativa”.

IL CASTLAS

Il Castlas: collocato su un rilievo che domina il capoluogo, è un tipico esempio di edificio fortificato valsusino con struttura a torre e risale al XIV secolo Borgone, nel tardo Medioevo, costituito da due insediamenti distinti: Villa Nova e Villa Vetula. I ruderi della torre di Borgone-chiamata dai locali Castlas e come Castellazzo ricordata dalla cartografia settecentesca-dominato, dall’alto di un progetto, l’abitato di Villa Nova. Benché quest’ultimo insediamento compaia già nel 1277, non vi sono notizie della torre prima del Trecento e nulla sappiamo su chi la costruì e l’abitò prima del 1426. Si tratto di una casaforte a torre, centro di una contenuta signoria locale. Che non si tratti di una semplice torre appare evidente dai ruderi murai, i quali indicano l’esistenza di più edifici orizzontali addossati alla torre vera e propria (maschio).

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Borgone. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.