Salbertrand: è aperta la mostra di Enrico Pol sul Colle del Lys Da oggi fino al giorno di Natale nella sede del Parco naturale del Gran Bosco

Colle del LysColle del LysColle del Lys

SALBERTRAND – Da oggi fino al giorno di Natale nella sede del Parco naturale del Gran Bosco è visitabile la mostra “Al Colle del Lys e dintorni – Racconti e riflessioni di una guardia del parco naturale”. Di Enrico Pol. Enrico Pol è Guardia Ecologica Volontaria della Provincia di Torino e si occupa principalmente del Parco Provinciale del Colle del Lys, nei comuni di Rubiana e Viù. La mostra prende forma nel 2015 parallelamente alla pubblicazione del libro “Al Colle del Lys e dintorni”. Una raccolta di riflessioni e immagini che nasce dal desiderio dell’autore di trasmettere un messaggio. “La vita di qualsiasi essere vivente rimane, comunque e sempre, un bene primario assoluto che tutti dovrebbero rispettare, tutelare e difendere”. Libro e mostra sono illustrati grazie a fotografie di Enrico Pol e Dante Alpe, ex guardiaparco del Parco naturale Orsiera Rocciavrè. Orari dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 12 e dalle 14 alle 15. Il venerdì dalle 9.30 alle 13.

IL COLLE DEL LYS

Il Colle del Lys nella lotta di Liberazione. Sullo spartiacque tra le valli di Lanzo e di Susa, durante la lotta di Liberazione, il colle del Lys fu una zona di grande rilevanza strategica. Non solo per le formazioni partigiane ma anche per i comandi militari tedeschi. Da un lato garantiva un collegamento con il sud della Francia dall’altro si trovava a poca distanza dall’area industriale di Torino. La costante e massiccia presenza tedesca impedì alle formazioni partigiane di costituire territori liberi e non ci furono mai periodi di tregua nella lotta. Operò su quei monti soprattutto la 17ª Brigata Garibaldi “Felice Cima”, le cui squadre si muovevano nella bassa valle contro i presidi fascisti e tedeschi, sabotando la linea ferroviaria, compiendo requisizioni nei depositi e magazzini militari. I numerosi scontri combattuti nei dintorni del Colle del Lys culminarono nella battaglia del 2 luglio 1944, durante una vasta offensiva nazista scatenata contro le formazioni partigiane di tutta la valle.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!