Rivoli: sfratto “amichevole” di una famiglia rom che entra abusiva in una casa popolare

rivoli viale di nanni

RIVOLI – Rivoli: sfratto “amichevole” di una famiglia rom che entra abusiva in una casa popolare.

UNO SFRATTO A RIVOLI DI UNA FAMIGLIA ROM

Sgombero a tempo record. Martedì la Polizia Locale ha liberato una casa occupata solo 24 ore prima. Grazie alla rete di cittadini che hanno avvisato le Forze dell’Ordine il coordinamento tra Polizia Locale, Carabinieri, Polizia di Stato, Assistenti sociali e hanno sgombrato una casa occupata abusivamente da una famiglia con minori e una donna incinta. Spiega il sindaco Andrea Tragaioli. “Il rispetto della legge è necessario per garantire ai cittadini pari diritti. Affrontare in tempi biblici, come spesso accade, queste situazioni avrebbe dato un messaggio sbagliato sia alla cittadinanza che si sarebbe sentita poco tutelata e sia a chi pensa di commettere questo tipo di reato, perché si sentirebbe in diritto di continuare a farlo. Sono però convinto che nessuno debba rimanere indietro, che a fronte di situazioni come questa la mediazione e la rete tra comuni e istituzioni sia necessaria“.

LA FAMIGLIA IN CROCE ROSSA

Alla famiglia è stata trovata una sistemazione in una struttura di emergenza abitativa della Croce Rossa di Bussoleno. Il sindaco è andato di persona a seguire la mediazione si reputa orgoglioso di come tutte le forze messe a disposizione abbiamo collaborato in sinergia. I numeri delle case ATC occupate in maniera irregolare sono alti, case che non possono essere date a chi ne ha diritto e aspetta il proprio turno dopo pratiche lunghe ed estenuanti. Dice il primo cittadino. “La casa è un diritto fondamentale ma bisogna attenersi al rispetto delle regole e seguire l’iter necessario per la sua assegnazione. Sulla questione ATC dal primo giorno di mandato ho sempre fatto presente la necessità di snellire le procedure di assegnazione e ho trovato nel Presidente Emilio Bolla una apertura, disponibilità al dialogo e confronto“.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.