Rivoli: in web l’incontro “Mamme agili: tra accudimento, DAD e smart working” Organizzato dall'Assessore alle Pari opportunità di Rivoli Alessandra Dorigo

alberghina banner

RIVOLI – L’Assessore alle Pari opportunità di Rivoli Alessandra Dorigo insieme con la Consulta delle Donne ha presentato un video per le mamme. Si tratta del riconoscimento al ruolo delle mamme in questo periodo storico così complicato. Il titolo è : “Mamme agili: tra accudimento, DAD e smart working“. Ha raccolto consigli utili per le mamme in tema di gestione dello stress, dei diritti delle mamme e della famiglia. I relatori sono stati Laura Agnusdei, Presidente della Consulta delle Donne. Poi Ingrid La Piccirella avvocato familiarista, mediatore familiare e specializzata in pratica collaborativa, membro della Consulta delle donne. Claudio Larocca consulente del lavoro e presidente del CAV Centro aiuto alla vita di Rivoli. Quindi Pina Buscieti consulente aziendale, Libera professionista, Referente del tavolo lavoro della Consulta delle Donne. A chiudere Francesca Latella Psicologa, Psicoterapeuta e Psicologa dello Sport, membro della Consulta delle Donne. In fine Marianna Pontini Naturopata e counsellor, Membro della Consulta delle Donne.

L’ORIGINE DELLA FESTA DELLA MAMMA

La Festa della Mamma è legata a diverse antiche celebrazioni, ma non correlate alla celebrazione di oggi. Il 24 dicembre 1933 ad esempio in Italia fu celebrata la Giornata nazionale della Madre e del Fanciullo, nell’indirizzo della politica della famiglia del governo fascista. Quel giorno vennero premiate le madri più prolifiche d’Italia. Fu una celebrazione occasionale e per questo non si può affermare che sia l’inizio della Festa della Mamma in Italia. La Festa della Mamma come la si intende oggi è nata invece a metà degli anni cinquanta in due diverse occasioni, una legata a motivi di promozione commerciale e l’altra invece a motivi religiosi.

ORIGINE COMMERCIALE O RELIGIOSA?

L’origine commerciale della Festa della Mamma è da attribuirsi a Raul Zaccari, senatore e sindaco di Bordighera, che nel 1956 in collaborazione con l’allora presidente dell’Ente Fiera del Fiore e della Pianta Ornamentale di Bordighera-Vallecrosia, prese l’iniziativa di celebrare la Festa della Mamma a Bordighera. L’origine religiosa è invece da attribuirsi a don Otello Migliosi, parroco di Tordibetto di Assisi, in Umbria. Infatti nel 1957 decise di celebrare la mamma nel suo forte valore religioso, cristiano anzitutto, ma anche interconfessionale, come terreno di incontro e di dialogo delle varie culture tra loro. A Tordibetto infine si trova un “Parco della Mamma”, unico in Italia, progettato intorno ai resti dell’antica chiesa di Santa Maria di Vico, con al centro una statua della maternità.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.

gesim - banner