Rivoli: in 80 partecipano a una festa clandestina, chiuso il locale in Corso Francia All’arrivo della Polizia fuggono in garage avvisati da un “palo”

RIVOLI – A Rivoli in 80 hanno partecipano a una festa clandestina organizzata nel pomeriggio per eludere i controlli. Poi all’arrivo della Polizia fuggono in garage avvisati da un “palo”. Nel pomeriggio di domenica scorsa, ancora vigente la “zona arancione” per il Piemonte, gli operatori del Commissariato di Rivoli sono intervenuti presso un locale sito in corso Francia. Formalmente un circolo privato ma di fatto una discoteca. Poiché all’interno stava avendo luogo una festa clandestina di circa 80 persone. In violazione delle prescrizioni anti Covid.

LA FESTA

La festa era stata organizzata mediante un tam-tam sull’app di messaggistica whatstapp. Con indicazione del prezzo “10 euro con 1 drink” e le indicazioni delle “giustificazioni” da fornire in caso di controllo. “A trovare il partner” “a fare la spesa”; “sono orari facili” aggiungeva il messaggio di invito riferendosi alle prime ore del pomeriggio. L’invito era stato accolto, e gli avventori per raggiungere l’ingresso secondario del locale, sito nel garage sottostante, avevano sfruttato passaggi nascosti ad occhi indiscreti.

TUTTI TRA I 40 E 50 ANNI

All’arrivo degli operatori del Commissariato di PS Rivoli la scena ha dell’incredibile. Circa 80 persone, tutte di età tra i 40 e i 50 anni, che ballano. Poi consumando alcolici senza nemmeno indossare la mascherina. Sorpresi dagli agenti, gli avventori scappano riversandosi nei garage. I partecipanti erano stati avvertiti da un soggetto, collocato presso l’ingresso della struttura, che fungeva da “palo”.  La fuga in massa non ha avuto conseguenze se non giuridiche. Il proprietario, infatti, è stato denunciato. Anche perché il locale, sottoposto poi a sequestro preventivo, non aveva l’agibilità per l’attività in questione. Oltre che per il mancato rispetto delle norme anti Covid, il titolare è stato sanzionato amministrativamente per la somministrazione di bevande senza licenza e per la mancanza del titolo volto a esercitare i trattenimenti danzanti. Il proprietario è stato segnalato all’autorità competente anche in relazione alla disciplina antincendio per le valutazioni del caso.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!