Crea sito

Rivoli: al via la distribuzione delle mascherine, bisogna richiederle Al numero 011-9513126 o mandare una email a comune.rivoli.to@legalmail.it

MascherinaMascherina

Alberghina

RIVOLI – Da domani alcuni cittadini di Rivoli, immunodepressi, anziani sopra i 70 anni, persone in quarantena fiduciaria, ma non positivi, potranno richiedere delle mascherine. I cittadini possono chiamare il numero 011-9513126 o mandare una email, non certificata, a comune.rivoli.to@legalmail.it. Specificando nome, cognome indirizzo e numero di telefono e nell’oggetto: richiesta mascherina. Per richiedere una mascherina tipo chirurgico che verrà consegnata presso il domicilio dalla polizia locale o da un operatore della protezione civile. Spiega Andrea Tragaioli Sindaco di Rivoli. “Abbiamo accolto la pressante richiesta di fornire alle categorie più a rischio tra i cittadini rivolesi, le mascherine e con l’aiuto dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte abbiamo avuto una prima fornitura. E’ fondamentale che le richieste provengano soltanto dai cittadini che rientrano nelle categorie specificate per non intasare il numero indicato o l’email”.

LA SITUAZIONE

Sono più di 100 le persone positive al Coronavirus a Rivoli. Lo ha annunciato il con una comunicazione. “Più di 100 positivi a Rivoli. La preoccupazione è forte ma, mi auguro che la prossima settimana si incominci ad assistere ad un’inversione di rotta. Le temperature primaverili non devono essere un pretesto per concedersi passeggiate o incontro nelle piazze, nei cortili. Il Virus maledetto è ancora in mezzo a noi e non dobbiamo permettergli di diffondersi ulteriormente. Vogliamo ritornare alla normalità ma, un comportamento indisciplinato non può consentirci di farlo”.

LE INIZIATIVE DEL COMUNE

In merito all’emergenza Coronavirus a Rivoli il sindaco Tragaioli prosegue: “Presto vi aggiornerò sulle iniziative che il Comune metterà in atto. In seguito alle misure presentate dieci minuti fa dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sul sostegno all’emergenza economica, in particolare delle famiglie. E poi un pensiero guardando il nostro Ospedale: a chi soffre, a chi combatte per la vita , ai medici, gli infermieri, al personale Oss. Voglio dire che non state camminando da soli. Ma potete contare sul sostegno di un’intera Comunità che ha il dovere di contenere il contagio”.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!